Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti, Andrea Vitali

Come, dove e quando l’avesse vista, lo sapeva il Signore.
Sta di fatto che, da quel momento, Geremia Pradelli non era più stato lui.
Ormai c’era un Geremia di prima e un Geremia di adesso

Cose strane accadono a Bellano.
Lo sa bene la Stampina che da un giorno all’altro si ritrova un figlio innamorato che ha deciso di sposarsi con Giovenca Ficcadenti, una delle due proprietarie della merceria che ha appena aperto i battenti.
E chi non si innamorerebbe di Giovenca a prima vista?
Bella, bionda , formosa, labbra rosse e camminata disinvolta.
Tutto il contrario della sorella Zemia, brutta come poche, magra magra, scura, bassa che a malapena si intravede dal bancone del negozio e con un temperamento che dire sepolcrale è dire poco.
E se Geremia ha perso la testa come fare per fargliela ritrovare?
Semplice, si chiede l’intercessione del prevosto del paese.
Ed ecco che la Stampina comincia a recarsi ad ogni ora in Chiesa a chiedere lumi e consigli.
Non solo Stampina però guarda male le sorelle Ficcadenti.
Ci sono i proprietari delle altre due mercerie di Bellano che indagano per capire chi siano queste Ficcadenti e c’è anche la perpetua, Rebecca, che raccoglie chiacchiere e confidenze per aiutare il prevosto a dipanare la matassa.
Perché le Ficcadenti sono ben strane e tutta Bellano vuole saperne di più

L’ultimo romanzo di Vitali ci trasporta nell’amata Bellano nel 1915.
Il paesino che ormai abbiamo imparato a conoscere è ritratto attraverso i suoi molteplici abitanti che si arrabattano nella vita con le unghie e coi denti.
Stavolta però l’azione si espande anche in altre città per seguire le vite delle Ficcadenti.
Se la prima parte del libro è scoppiettante la seconda invece perde un po’ in efficacia e vira verso un finale che lascia l’amaro in bocca.
Una lettura piacevole, con molte scivolate nel dialetto locale che rendono le battute dei personaggi, soprattutto quelle di Rebecca, ancora più realistiche e simpatiche.
Se volete passare qualche giorno senza pensieri, godendovi un ritratto fresco e vivido dell’Italia di quegli anni, Vitali è quello che ci vuole.
La versione digitale del romanzo contiene l’episodio speciale Eziologia di un’artrite tattica.
Buona lettura.

Premiata ditta Sorelle Ficcadenti

Andrea Vitali
Rizzoli, 2014, p. 447, €. 18,50

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here