La trovatella di Milano, Carolina Invernizio

La mezzanotte era ribattuta a tutti gli orologi della città, quando Maria, la bella guantaia di Porta Vittoria, si decise chiudere il suo negozio. Aveva fatto così tardi, perché era l’ultimo giorno di carnevale e gli avventori non erano mancati.
Maria appariva stanca, abbattuta. I suoi grandi occhi azzurri, lieti e brillanti, si mostravano leggermente velati; i capelli finissimi castani, le cadevano in disordine sul collo e sulla fronte; le guancie aveva pallide, la piccola bocca sorridente, un po’ scolorita.

Maria è una giovane guantaia a Milano.
Siamo nella seconda metà dell’ottocento.
I ricordi e i clamori delle cinque giornate di Milano sono passati ma non dimenticati.
Una sera un giovane entra a precipizio nell’atelier della ragazza cercando riparo.
Asserisce di essere inseguito da qualcuno e di cercare riparo.
Maria è subito affascinata dal bel giovane e dal suo aspetto angelico e lo aiuta.
Il giovane è in realtà un uomo subdolo che userà Maria per i suoi scopi e per tessere un terribile tranello ai danni di Adriana, giovane di buona famiglia.

Carolina Invernizio è stata una delle più prolifiche autrici italiane di metà ottocento.
Disprezzata dalla critica e amata dai lettori, la Invernizio scriveva romanzi a tinte fosche con titoli intriganti che lasciavano presagire trame gotiche e avventure rocambolesche.
La sua produzione era insomma quella del romanzo d’appendice.

La trovatella di Milano è il tipico prodotto di genere dove in poche pagine si snoda una vicenda alquanto intricata e ricca di colpi di scena.
La storia è tragica e senza lieto fine, i personaggi si dividono tra buoni e cattivi e anche chi si redime continua comunque a scontare il male che ha procurato agli altri.
Una lettura d’altri tempi, per passare un pomeriggio tra una Milano che non c’è più, con le strade percorse dalle carrozze, signorotti potenti e anime pure di giovani fanciulle.
Buona lettura.

La Trovatella Di Milano
Carolina Invernizio
Castello volante, formato kindle, 2011, €. 1,99

Per acquistare:

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here