Amore Parigi e un gelato al pistacchio, Irene Pecikar

“Io, li su? No, no. Non ci tengo affatto!” precisai subito, intuendo l’intenzione del mio cavaliere. “Come si fa a visitare Parigi senza salire sulla Torre Eiffel?” fece lui, e prendendomi per mano mi accompagnò verso la biglietteria. “Stai tranquilla, non mi allontanerò mai, nemmeno per un attimo.” “Mi lasciai trascinare incredula in questa avventura. Mi domandavo se lo stavo facendo davvero. Mi sentivo risucchiare verso l’alto, mentre lo stomaco aveva deciso di rimanere da basso.”

Samantha ripercorre la sua storia d’amore, tra passato e presente, una “favola” piacevole e romantica, con un lieto fine inaspettato ma che io adoro.

Il romanzo è formato da capitoli brevi, con salti indietro nel passato, che all’inizio mi hanno un po’ confusa e che secondo me bisogna leggere attentamente per non perdersi.

La vicenda è ambientata un po’ nella romantica Parigi e un po’ nella calda Calabria.

Sam è una ragazza simpatica, che si sente bruttina, maldestra, con una mamma iper-prottetiva, un amico gay, una cugina odiosa, uno stravagante maestro di yoga e un amore adolescenziale non corrisposto. Impossibile non affezionarsi subito a lei.

Una donna che nel corso degli anni ha subito molte delusioni, non solo in amore, ma non si è mai data per vinta, un personaggio in cui molte di noi possono rispecchiarsi.

Irene non ci fa dimenticare che il vero protagonista del romanzo non è l’amore ma proprio Sam con i suoi pregi, con i suo difetti e con la sua forza.

Il leit motiv del libro è ovviamente il gelato al pistacchio che lei adora e che pensa possa risolvere molti problemi.

Buona lettura.

Amore Parigi e un gelato al pistacchio
Irene Pecikar
Rizzoli, anno 2015, p. 144

Puoi comprarlo qui:

angela
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here