Leggere è un gioco: Primi voli in lettura, Camillo Bortolato

Imparare a leggere è una questione di magia. Basta riuscire a unire le lettere di una sola parola per scoprire il meccanismo segreto che vale per tutte le altre.

Il mio primogenito a settembre andrà alla scuola primaria. Già adesso lo vedo attratto dalle parole, incuriosito dalle lettere, che cerca sempre più spesso di riconoscere in autonomia.

Devo dire che, se da una parte, da mamma, questo mi riempie d’orgoglio, dall’altra mi mette sempre davanti alla domanda “cosa posso fare per aiutarlo?”.

Il nuovo cofanetto “Primi Voli” di Camillo Bortolato, edito da Centro Studi Erickson, presenta due strumenti per rispondere a questa naturale curiosità, il tutto sempre sotto forma di gioco: troviamo infatti un Abecedario, con lettere presentate in maniera “speciale”, in modo che il bambino impari a riconoscerle, e la Piccola Storia di Pitti, un libricino con il scritto con quelle lettere speciali scoperte dentro all’Abecedario, e con cui il bambino può cimentarsi nella prima lettura.

voli3

L’ho proposto ad entrambi i miei figli, perchè quello che fa uno lo vuole necessariamente fare anche l’altro. Mi ha sorpreso vedere che anche il più piccolo (3 anni) mi ha seguito attraverso la scoperta delle lettere e devo dire che alcune già tenta di riconoscerle.
Per il più grande invece è stato un ausilio molto importante in quanto, attraverso trucchetti e associazioni, è riuscito a leggere quasi tutte le lettere. Ho letto accanto a lui anche la “Piccola Storia di Pitti”. Mi ha seguito incuriosito ma non ha ancora provato a leggerlo in autonomia, e io aspetto i suoi tempi.

voli2

voli1

Questo cofanetto è un aiuto che consiglio per i bambini che hanno curiosità e fretta di imparare a riconoscere le lettere.

Guardate anche il video fatto dalla Erickson:

Primi voli in lettura. Apprendere nella scuola dell’infanzia con il metodo analogico
Camillo Bortolato
Centro Studi Erickson, 2015, 120 pag., € 13.00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here