Un assaggio di … Dieci e lode, Sveva Casati Modignani

Erano le sette e mezza del mattino di un mercoledì di fine novembre. Lorenzo Perego varcò la soglia dell’Olimpiec Club, una grande palestra che occupava il seminterrato di un palazzo in via Redi, una strada ottocentesca di Milano, in prossimità delle mura spagnole.
“Buongiorno, professore”, lo salutò Gianni, il direttore della palestra, non appena vide entrare quel bell’uomo dalla figura atletica che indossava una tuta da ginnastica.
“‘Giorno”, rispose lui, brevemente, mentre ascoltava agli auricolari un giornale radio. Salì sul tapis roulant e azionò il comando della camminata veloce, poi sarebbe passato agli attrezzi.
Il club apriva alle otto, ma il mercoledì e il venerdì, poiché il professor Perego iniziava la sua prima lezione alle dieci del mattino, Gianni anticipava l’apertura per fare una cortesia a quel socio assiduo, proprietario dell’intero palazzo che ai piani superiori, ospitava studi professionali e showroom. Lorenzo Perego lo aveva ereditato, con altri beni, dal padre, che era stato un importante immobiliarista.

Sul libro

Passiamo tanto tempo a inseguire sogni che ci sfuggono di mano, una felicità che non si lascia catturare. E poi capita che il meglio della vita si sveli in un attimo, magari nella magia di un incontro inatteso. Come quello tra Lorenzo e Fiamma, sorpresi da un amore che nemmeno loro, forse, credevano più possibile. Lorenzo Perego, uomo di grande fascino e cultura, insegna geografia economica in una scuola professionale di Milano. Avrebbe potuto scegliere un istituto più prestigioso, ma l’insegnamento è la sua passione e aiutare i ragazzi di talento in una realtà difficile e spesso desolante è una sfida che lo entusiasma e lo arricchisce. Non ha una famiglia tutta sua, ma, come ama ripetere, i suoi studenti sono come figli. Fiamma Morino ha poco più di quarant’anni, è madre di due bambine che adora, frutto di un matrimonio sbagliato, e direttore editoriale di una piccola e florida casa editrice che lei stessa ha fondato insieme al suo più grande amico, purtroppo venuto a mancare. Ora che la casa editrice sta per subire un drastico cambiamento di gestione, che Fiamma non condivide, è disposta a tutto pur di difenderla e di continuare a garantire la cura e l’amore con cui da sempre si dedica ai suoi autori.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here