Alex, Pierre Lemaitre

Non voglio morire adesso, si dice Alex. Il portello del furgone si chiude violentemente, il motore sale di giri, il veicolo si stacca con uno strappo dal marciapiede. Non voglio morire adesso.
Alex è stordita ma cosciente di quello che succede. Piange, le lacrime la soffocano. Perché io? Perché io?
Non voglio morire. Non ora.

Alex è una giovane donna di trent’anni che una sera, mentre cammina per le strade di Parigi, viene aggredita e rapita.
Portata in un magazzino abbandonato, la ragazza viene rinchiusa in una gabbia di legno che a malapena la contiene e appesa a due metri da terra. Per lei non c’è via d’uscita: non sa dove si trova, né cosa voglia quell’uomo che non le rivolge mai la parola. I giorni passano tra mille sofferenze.
Ma chi è Alex veramente?
Quello che è iniziato come un salvataggio, per il commissario Camille Verhoeven diventa un nuovo caso non facile da gestire, soprattutto perchè i casi di rapimento di donne riportano a galla il dolore della perdita della moglie Irène.

Un libro pieno di suspence che ci regala un thriller da cui difficilmente si vuole alzare la testa.

Pierre Lemaitre ha scritto una serie di libri, ribattezzata in seguito “trilogia Verhoeven”, 3 romanzi ben distinti, in cui “Alex” è il secondo volume, anche se, stranamente, in Italia, è stato pubblicato prima di Irène, che è il primo. Io consiglio sicuramente la lettura di Alex, che mi è piaciuto anche più di Irene, ma nell’ordine in cui Lemaitre l’aveva pensato.

Alex
Pierre Lemaitre
Mondadori, 2015, 357 pag., € 15.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here