A misura d’uomo, Roberto Camurri

Erano andati al mare il giorno dopo aver fatto l’amore per la prima volta. Lei sapeva di una festa con musica fino all’alba, voleva andare a ballare, le sue amiche avevano scosso la testa ed erano rimaste tutte nel solito bar, con la solita gente.

Inizia così A misura d’uomo, il romanzo d’esordio di Roberto Camurri.

La recensione di A misura d’uomo di Roberto Camurri

A misura d’uomo è un romanzo in racconti, incentrati tutti sull’amicizia e sull’amore, sulla fiducia e sul tradimento, sulla vita e sulla morte.
Racconta di Valerio, Davide e Anela a Fabbrico, un piccolo paese dell’Emilia, di quelli classici di queste zone, con pochi abitanti, due strade in croce e campi a perdita d’occhio.
Qui, tra questi campi nasce l’amicizia tra Davide e Valerio. Qui, una sera d’estate, Davide incontra Anela e se ne innamora. Ma se trova in Anela un grande amore, trova anche la ragione della rottura di una grande amicizia. Così Valerio sceglie di andarsene.

Il libro racconta delle loro vite, ma non solo, di amore, amicizia, di gite al mare e di serate di caldo afoso.

Attorno a loro ci sono anche Mario ed Elena, che riescono finalmente a stare insieme. Bice, che accoglie tutti nel suo bar e Giuseppe, che nonostante l’età, continua ad andare nel bar di Bice. Maddalena, che si ritrova suo malgrado cambiata da quello che la vita le ha riservato. E un cane, Salvo, che in realtà è femmina, che salva una coppia disperata. La storia di un paese, insomma.

È in tuta e non vorrebbe esserlo, mentre lo guarda farsi vicino vorrebbe essere pettinata e vestita diversamente, vorrebbe essersi truccata, vorrebbe che lui la vedesse bella, vorrebbe, pensa, che lui la baciasse, vorrebbe che lui trovasse il coraggio di prenderle il viso tra le mani e vorrebbe sentire il calore del suo fiato sulle guance e sulle labbra che adesso sono arrossate mentre Valerio le sta porgendo le margherite e, finalmente, piange.

La mia opinione di A misura d’uomo di Roberto Camurri

Per una cresciuta in un piccolo paese della romagna è facile immaginarsi i personaggi e i luoghi descritti così bene nel libro. Addirittura il caldo l’ho compreso alla grande, di quelli che ti appiccicano già dalle prime ore della mattina.

Un libro che si legge tutto d’un fiato, anche se fatto di racconti, autoconclusivi se vogliamo ma legati tra di loro. Ritengo che questo sia un ottimo esordio per Roberto Camurri, capace di descrivere appieno la crescita in un paesino della pianura e di attirare quindi il lettore attraverso una prosa decisa ma allo stesso tempo affascinante.

A misura d’uomo
Roberto Camurri
NN Editore, 2018, 176 pag., 16,00€

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here