Un piccolo negozio di fiori a Parigi, Maxim Huerta

“ Un uccellino appena scappato da una gabbia sorvola Parigi. Cerca riparo tra i tetti di Saint-Germain-des-Prés. Da alcuni comignoli esce fumo. Il vento gioca con le sue volute e una donna si affaccia alla finestra per vedere che tempo che fa. Come sempre, grigio.”

A Parigi c’è un negozio di fiori L’Étoile Manquante che è un posto “magico”, gestito da un anziano signore, Dominique Brulé che cura l’anima umana con i fiori.

Ed è proprio tra i fiori che dopo la perdita del suo grande amore, la moglie morta per una malattia, è riuscito ad andare avanti.

Consiglia i fiori in base agli stati d’animo delle persone.

Nella bottega ci sono sempre Mercedes e Tilde, due anziane signore, partite dalla Spagna tanti anni prima per trovare fortuna.

Un giorno arriva Violeta a movimentare le loro giornate.

Ha vent’anni, è incinta ed ha il cuore spezzato. Viene assunta come assistente fiorista, questo negozio le sembra il posto migliore per ricominciare.

Dominque rivede in lei la moglie e la prende sotto la sua protezione, come una figlia.

La felicità sta nelle piccole cose e c’è sempre una seconda possibilità. Una storia di amicizia e coraggio, di gioia e di dolore.

Buona lettura!!

Un piccolo negozio di fiori a Parigi
Maxim Huerta
Sperling & Kupfer, 2017, p. 352, € 17,90

Puoi acquistarlo qui:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here