L’aria di chiara. La farfalla in volo, Marilena Lualdi

Mi chiamo Chiara: ve lo sussurro, come me l’hanno svelato quando non lo sapeva ancora nessuno. Persino mamma e papà, pensate, ne erano all’oscuro, ma questo era un nome destinato a me e pare sia importante.

La recensione di L’aria di chiara. La farfalla in volo, Marilena Lualdi

Chiara Cirigliano nasce il 5 agosto 2016 dopo una gravidanza e un parto senza problemi.
Quasi subito però la salute di Chiara desta preoccupazioni tanto i medici decidono di ricoverarla d’urgenza.
Chiara combatte contro una malattia che non ha un nome, e quindi non ha cure.
Chiara vive 2 mesi e 16 giorni.
Troppo pochi ma comunque sufficienti perchè Chiara diventi un esempio per Marco e Stefania, i suoi genitori, e per tutta la sua famiglia. Ma non solo….

Nessuno di noi può stabilire quanto sarà lunga la propria vita. Ognuno di noi può impegnarsi affinché la propria vita sia vissuta fino in fondo, sia speciale e di qualità.

Poco dopo la sua morte nasce l’associazione “La Casa di Chiara”, che in soli due anni ha già realizzato diverse iniziative benefiche.

Marilena Lualdi, con una delicatezza unica, racconta la battaglia di Chiara e le lezioni di vita che ha lasciato a tutti noi.
Un libro delicatissimo ma importante. Da leggere tutto d’un fiato.
L’intero ricavato della vendita del libro sarà devoluto all’associazione.

L’aria di chiara. La farfalla in volo
Marilena Lualdi
Nomos Edizioni, 2018, 96 pag., € 14.90

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here