La lettera perduta, Jillian Cantor

Amore mio,
ti scrivo questa lettera da Brema…

In Austria in un piccolo paesino vive mastro Faber incisore di francobolli.
Presso di lui è da poco arrivato un nuovo apprendista,Kristoff.
Faber ha due figlie e la maggiore, Elena, è membro di un gruppo che lotta contro il nazismo.
Siamo nel 1938 e a breve ci sarà quella passata alla storia come Kristallnacht.
Faber è costretto a nascondersi perché ebreo e il laboratorio rimane nelle mani di Kristoff che per amore di Elena si unisce ai giovani che lottano contro i tedeschi.

Stati Uniti, anni 90.
Katie è una giornalista che cura la rubrica cinematografica.
Si è da poco separata e sta cercando di vendere la collezione di francobolli di suo padre ammalato di Alzheimer.
Un esperto di filatelia si interessa ad un francobollo trovato su una lettera mai aperta.
Un francobollo molto particolare che nasconde un piccolissimo dettaglio.
Sarà proprio quel dettaglio a far scoprire a Katie avvenimenti ormai sepolti e dimenticati.

La lettera perduta, pubblicato da Sperling & Kupfer, è una toccante storia sulla Shoah, sulla resistenza e sull’amore.
Una storia sulla memoria che bisogna coltivare per non dimenticare quanti hanno lottato senza arrendersi.
Buona lettura.

 

La lettera perduta
Jillian Cantor
Sperling & Kupfer, 2019, p. 325, €. 18,50

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here