Parole oltre le frontiere. Dieci storie di migranti

0

“Mandateci i vostri racconti di vita e di migranti, in forma scritta o orale e attraverso qualunque supporto.” A questo appello lanciato dall’Archivio diaristico nazionale ai primi di febbraio 2017 hanno risposto in pochi mesi novantanove persone, tra cui sedici adolescenti, di entrambi i sessi, in rappresentanza di ventisei Paesi.

DiMMi (acronimo di diari multimediali migranti) è un progetto che ha l’obiettivo di creare un fondo speciale dei diari migranti presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.

Dal 1984 infatti Pieve Santo Stefano ospita, nella sede del Municipio, un archivio pubblico multimediale che raccoglie scritti di gente comune in cui si riflette, in varie forme, la vita di tutti e la storia d’Italia: sono diari, epistolari, memorie autobiografiche.
Dal 2009 si occupa anche di memorie migranti.

Migliaia di persone arrivano nel nostro Paese e restano inascoltate.
Nel 2012 è nato DiMMi che si propone di promuovere il dialogo tra cittadini di diverse origini attraverso la narrazione delle loro esperienze di vita e la costruzione di una memoria collettiva che tenga conto delle diverse provenienze.

Questo libro raccoglie i dieci racconti dei finalisti del 2017.

Troviamo quindi le storie di Faiz Farag, sedicenne egiziano, che guidava il taxi del papà a 11 anni; di Azzurra, albina nera che ha subito tante barbarie, prima di giungere in Italia. Di Ibrahim Khaleel Jalloh Elona Aliko, di Hassan Osman Ahmed, di Judith Ghayas Uddin, di Mohammad Reza Hosseini, di Melany J. Hernandez R. e di Dominique Boa.

Certi sogni possono non avverarsi mai e per alcuni di noi è vietato anche sognare. Però, anche se le battaglie e le sfide sono sempre presenti nella mia vita, io non ho mai smesso di sperare. Non ho masi messo di combattere per vincerle. (da Certi sogni possono non avverarsi mai, di Azzurra)

Parole oltre le frontiere. Dieci storie di migranti
Terre di Mezzo, 2018, 239 p., € 14.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here