Una bugia per ogni occasione. Ma non è meglio dire sempre la verità? Nele Moost, Annet Rudolph

Il corvo Calzino, il cinghiale Pancotto e Max il tasso sono sul treno. La zia di Pancotto, Tortina, li ha invitati a trascorrere una vacanza nella sua fattoria.

Calzino, Pancotto e Max stanno andando verso casa della Zia di Pancotto, Tortina.
Sul treno pensano a tutti gli scherzi che possono fare appena arrivati (come ad esempio far arrabbiare la mucca, per far diventare il latte acido). Si rammaricano però che gli altri amici non possano essere con loro. La mamma di Pancotto ha deciso così: già loro tre daranno abbastanza da fare dalla zia.

“Be’, veramente siamo in quattro” rivela il piccolo corvo. “L’orso Eddi salirà di nascosto alla prossima stazione. La tua mamma non lo sa e, se non glielo diciamo, non può arrabbiarsi. E per zia Tortina non sarà certo un problema avere un ospite in più!”

Ed è così che alla stazione successiva si unisce Eddi l’orso, che ha portato con se anche il lupo e la pecora, che nascosto nello zaino porta lo scoiattolo…

Così, non sapendo come fare a nascondere di essere tanti amici (tutti gli animali del bosco praticamente) decidono di mentire.

“Tu, comunque, devi rispondere sempre “Sì”. E’ solo una piccola bugia”.

Le bugie non si dicono. Lo ripetiamo sempre ai nostri figli.
Ma vi sarà certamente capitato di dirne alcune per cui credevate che non ci fosse proprio soluzione migliore.
Questo è quello che succede a Calzino, che però impara a suo spese che una bugia tira l’alltra e che, quando si comincia a dire le bugie, non si riesce a smettere più.
Una storia divertente per spiegare ai bambini che le bugie hanno le gambe corte!

Una bugia per ogni occasione. Ma non è meglio dire sempre la verità?
Nele Moost, Annet Rudolph
IdeeAli, 2011, 32 pag., € 14.90

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here