Carezze di velluto, Sarah Waters

Ogni sera al Palace mi dava un bacio d’addio. In sogno le sue labbra non si staccavano dalla mia guancia – bollenti, tenere – e si spostavano sulla fronte, sulle orecchie, sul collo, sulla bocca… Ero solita starle molto vicino per allacciarle i bottoni del colletto o spazzolarle i risvolti della giacca. Adesso, nelle mie fantasticherie facevo ciò che morivo dalla voglia di fare in camerino: mi chinavo per posare le labbra sulla sfumatura dei suoi capelli, le facevo scivolare le mani sotto la giacca, dove i seni premevano caldi contro la camicia inamidata e diventavano turgidi alle mie carezze…

Nancy Astley è una ragazza di 18 anni che vive Whitstable, Kent, con la sua famiglia.
I suoi genitori hanno un ristorante di ostriche dove lavora insieme a tutta la famiglia.
Una sera va a teatro e si inizia ad interessare all’attrice Kitty Butler, che porta in scena uno spettacolo diverso dal solito: si traveste da uomo.
Le due ragazze si conoscono e si innamorano.
Quando Kitty riceve la proposta di esibirsi a Londra, chiede a Nancy di seguira.

Nancy, che diventerà d’ora in poi Nan, lascia la famiglia e parte per Londra.
Inizia così una storia d’amore, che Nan tiene nascosta alla famiglia, e la carriera teatrale di Nan.

Dopo tanto successo però Nan sente nostalgia di casa e torna a trovare i famigliari. Solo a contatto con loro capisce di non aver più nulla a che fare con quel mondo e anticipa il rientro. Ed è in questo modo che scopre che Kitty la tradisce. Devastata dalla scoperta Nan vaga per Londra fino ad esaurire i soldi per poi prostituirsi travestita da uomo per guadagnare da vivere.

E da qui inizia un cammino di Nan per avere più consapevolezza di sè e interpretare finalmente la parte più difficile di tutte: se stessa.

Carezze di velluto è un romanzo ambientato nell’Inghilterra vittoriana.
La storia di per sè si fa leggere tranquillamente, eppure a me non ha convinto del tutto. Penso che per l’epoca in cui è ambientato sia un po’ esagerato.
Va dato atto però alla Waters che il suo modo di scrivere è fluido e i personaggi che delinea sono ben caratterizzati.
Un romanzo da leggere se interessati al genere, perchè comunque scorre bene.

Sarah Waters è laureata in letteratura inglese e prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, ha lavorato in librerie e biblioteche e insegnato alla Open University di Londra. Nel 2003 è stata inclusa nel novero dei venti migliori giovani scrittori britannici dalla rivista Granta, e nominata Autore dell’anno ai British Book Awards.

Il libro è stato finalista al Booker Prize. Dal romanzo è stata tratta la miniserie televisiva Tipping the velvet, trasmessa dalla BBC nel 2002.

Carezze di velluto
Sarah Waters
Ponte alle Grazie, 2008, 495 pag., € 18.60

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here