Figlie di una nuova era, Carmen Korn

Erano tempi difficili per cominciare una vita nuova. Ma non era ancora troppo tardi. Che bello.

Quattro ragazze intrecciano le loro vite ad Amburgo tra il 1919 e il 1948.
Un periodo non troppo lungo ma ricco di novità e difficoltà.
Una guerra appena finita e l’altra a pochi anni di distanza.

Henny e Kathe sono amiche fin dall’infanzia, cresciute ad otto salti di distanza l’una dall’altra. Hanno deciso di studiare ostetricia. Henny è la più posata mentre Kathe è politicamente schierata a sinistra e per questo non è sempre ben vista.
Ida è una ragazza dell’alta società, la cui vita è già su binari sicuri: un matrimonio d’interesse con un uomo maturo e molto ricco che possa garantirle uno stile di vita invidiabile.
In ultimo c’è Lina che studia per diventare professoressa e che si è sempre occupata del fratello minore.
Intorno a queste quattro donne altri personaggi: alcuni incisivi altri meno.

Figlie di una nuova era, il primo volume di una trilogia, è un bel romanzo che racconta un periodo non facile e ricco di cambiamenti.
La società iniziava a mutare, le donne chiedevano e pretendevano di fare scelte diverse rispetto alle loro madri.
Ci sono amori, tradimenti, dolori.
La storia scorre sotto gli occhi del lettore facilmente grazie ad una trama ben scritta e ad uno stile impeccabile.
Un libro bello, piacevole da leggere e ricco di atmosfera.
Subito ci si sente immersi tra le strade di Amburgo, nei freddi inverni o nelle sale da the, in case fredde e piccole o tra salotti lussuosi pieni di seta.
Un libro davvero evocativo di quegli anni.
Buona lettura.

Figlie di una nuova era
Carmen Korn
Fazi, 2018, p. 522, €. 17,50

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here