Ikaria, Manuela Cinti

“Happy Birthday di Stevie Wonder in sottofondo. Le luci sono spente. Una torta illuminata avanza nella sala da pranzo e si posa al centro della tavola. Tanti auguri a te, tanti auguri a te… Il mio viso è sopra le candeline. Un respiro profondo e prendo aria nei polmoni. Esprimo un desiderio, soffiando con tutta la forza che ho. Scoppia un applauso.”

Recensione di Ikaria di Manuela Cinti

Ikaria il luogo dove secondo la mitologia precipitò Icaro, è anche il viaggio emotivo di un uomo Flavio Antonelli, cinico ed arrogante che odia la vita ed ha paura della morte.

Anna invece è una donna molto dolce, che ama la vita, nonostante sia tutto il giorno circondata dalla morte per il suo lavoro, ma ama la bellezza.

Riuscirà ad aiutare Flavio a vivere?

Flavio perde la madre in un incidente stradale, dove lui sopravvive e da quel giorno la sua vita cambia e si allontana dal padre che ritiene responsabile di tutto.

Icaro precipita negli abissi da cui invece Flavio riuscirà a riemergere?

Un pò di storia…

Nella mitologia greca Icaro era figlio dell’inventore Dedalo e di Naucrate, una schiava di Minosse. Rinchiuso con il padre nel labirinto di Creta, fuggì volando con le ali che Dedalo aveva adattato con la cera al proprio corpo e a quello del figlio. Ma, avvicinatosi troppo al Sole, la cera si sciolse e  cadde nel mare che da lui fu detto Icario.

Una storia che ci insegna a perdonare, a ricominciare e soprattutto ad amare ancora.

Buona lettura!

Ikaria
Manuela Cinti
Lettere Animate, 2018, p. 150, € 10,00

Puoi acquistarlo qui:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here