La misura imperfetta del tempo, Monica Coppola

Ultima Modifica: Set 16, 2020

“Aveva fatto qualche passo ed era stata travolta da un senso di straniamento, il respiro spezzato come se la vita le si staccasse di dosso e scivolasse via. Le dita si erano arrampicate sul viso per assicurarsi di averlo ancora. Erano arrivati i dubbi, i ripensamenti. Come poteva lei a vent’anni cambiare quello che stava accadendo? Aveva taciuto, un’altra volta in quella giornata. L’attimo se ne era andato. Lei anche.”

Recensione La misura imperfetta del tempo di Monica Coppola

Questo è il secondo romanzo scritto da Monica Coppola, è ambientato a Torino con protagoniste tre donne appartenenti a generazioni diverse: una nonna, una mamma e una figlia.
Zita è una nonna affettuosa per la nipote Mia, la mamma che lei non ha mai avuto, una nonna allegra e che non si da per vinta, ma che crede nei sogni e cerca di realizzarli.
Da poco vedova, si è sempre occupata della nipote Mia, perchè la figlia Lara, ragazza madre decide di trasferirsi da Torino a Milano per fare carriera e le affida la nipote.
Invece sua figlia Lara, è una donna all’apparenza molto fredda, che ha paura ad impegnarsi in storie che potrebbero coinvolgerla sentimentalmente, infatti cerca gli uomini tramite un sito di incontri.
E’ una madre poco presente, pensa sempre al lavoro, alla cura del suo corpo e alla ricerca della perfezione.
E poi c’è Mia, figlia di Lara, nipote di Zita, che l’ha cresciuta.
Ha ventidue anni, non ha mai conosciuto il padre, è una donna insicura e fragile.
Dopo la morte del nonno le resta solo la nonna ed è appunto molto apprensiva nei suoi confronti forse per paura di perderla e le organizza la vita in ogni dettaglio.
Quando Zita torna dalle terme si rende conto di essersi innamorata di Santo e così gli equilibri già precari della famiglia crollano.
Mia non accetta la relazione della nonna e che la mamma Lara non intervenga.

La mia opinione su La misura imperfetta del tempo di Monica Coppola

Ogni età è difficile ma forse la gioventù lo è un po’ di più, perchè i giovani sono messi alla prova, sono alla ricerca di sè, di quello che sono o che vorranno diventare.
Sogni e progetti sembrano tanto lontani, ma in realtà il tempo corre troppo veloce e ci si trova già adulti. Protagonista principale di questo romanzo è proprio il tempo, che passa e vola via, non ha misure ed è legato ad ognuno di noi.

Impossibile non affezionarsi alle protagoniste, Mia, una ragazza che ha paura di vivere ed è segnata da un passato che non conosce ma che alla fine emerge, Lara con le sue insicurezze ed un grande dolore dentro e poi Zita la nonna che tutti vorrebbero avere che nonostante l’età vuole continuare a vivere.

Una lettura molto piacevole dove le protagoniste sono descritte benissimo, una saga familiare che potrebbe essere quella di ognuno di noi.

La misura imperfetta del tempo
Monica Coppola
Las Vegas Edizioni, 2019, p. 221, €

Puoi acquistarlo qui:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here