M1N3rS, Tommaso Giachetti

Recensione di M1N3rS di Tommaso Giachetti

Eoni prima di oggi ed in una galassia densa al centro dell’universo, un pianeta d’acqua ospitava la casa dei tutti.
Ma quando gli spazi marini adarono esaurendosi tanti furono di loro ad abitarli, dissidi, nacquero dove prima era solo pace ed armonia! Vennero allora costruiti enormi acquari orbitanti ma, ormai, l’innocenza era perduta.

La sinossi

New York, un ormai piccolo uomo tradito da una tresca tra moglie e migliore amico, ubriaco, ondeggia su di un ponte sull’Hudson e, qualcuno, lo punta!
Perché scriverne? È una storia come tante sembrerebbe ma, quel nessuno che intanto raggiungono, e derubano, e accoltellano, si lancia nel vuoto verso i gorghi del fiume invece che cercare aiuto, ancora tutto normale, straziante, ma banale, e invece no! Chi arma la mano degli assassini, lo conosce, chi guida gli eventi, sa!
Sceglie il momento preciso, attraversa il tempo, e coincide eventi diversi di disparati spazi e tempi, che condensa, in quel preciso momento: mentre cade, infatti, un’astronave lascia la transdimen-sionalità proprio nello stesso spazio e tempo che occupa lui lanciato a fiume, ma perché?
Milioni di mondi, dipendono da quella scintilla appena scaturita da un caso sapientemente indirizzato, e quella, animerà un fuoco che arderà attraverso lo spazio come un’eco. Ciò che deve accadere è stabilito. Starà a lui solo svelarsi, come svolgere il suo compito com’è scritto. Ma come? Potrà, ora da abbandonato su di un planetoide minerario esaurito, alieno, e lontano da tutto? No! Ma, chi ha stabilito il succedersi degli eventi…

La mia recensione di M1N3rS di Tommaso Giachetti

Ismael viene tradito dall’amatissima moglie con il migliore amico.
Quale clichè.
Quella che però a prima vista sembra una storia normale, se con normalità intendiamo qualcosa di verosimile, in realtà non lo è affatto.
Ismael ubriaco cade da un ponte e…
Atterra in un mondo di fantasia…
Ismael infatti non si schianta al suolo ma viene “raccolto” da una navicella aliena che sta transitando per caso lì in quel momento. Che poi, ormai, lo sappiamo, per caso non esiste nulla.
Così assistiamo al cambiamento profondo di Ismael da “umano” ad “alieno” in un’ambientazione strana e non convenzionale.

Sono ontesta: mi sono accorta di non amare troppo i libri di fantascienza e questo, seppur iniziando nel mondo reale, vi ricade in tutti gli effetti. Gusto personale a parte la storia è comunque interessante e prende abbastanza. La scrittura è lineare, non curatissima a mio avviso, ma risulta comunque interessante.

Se siete quindi amanti del genere, datele una possibilità!

M1N3rS
Tommaso Giachetti
Elison Publishing, 2019, 271 pag., € 3.99

1 COMMENT

  1. Ringrazio per la recensione, e sottolineo che l’apertura fantascientifica non modifica a mio avviso il percorso di crescita del protagonista. Seppure in un mondo fantsy, anche se sepolto dalla storia, il quadro della rinascita di Ismael esiste come e più che in una storia lineare ambientata diversamente se lo si vuole vedere. Ma basta anche divertirsi con la storia di come raggira Willisow, in fondo, si legge per dibìvertimento…no?

    L’autore, Tommaso Giachetti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here