Ingredienti per una vita di formidabili passioni, Luis Sepúlveda

La recensione di Ingredienti per una vita di formidabili passioni di Luis Sepúlveda

«La vita è un insieme di dubbi e di certezze. Ho un grande dubbio e una grande certezza. Il dubbio è se la letteratura abbia guadagnato qualcosa dalla mia militanza nella scrittura. E la certezza è che per colpa della letteratura il calcio cileno ha perso un grande attaccante.»

Ingredienti per una vita di formidabili passioni è un’antologia di racconti, un’autobiografia informale dell’autore.
Luis Sepúlveda racconta le storie del suo passato attraverso i suoi viaggi, gli amici, gli impegni politici e le sue passioni: il calcio, la letteratura e la poesia.
E’ oppositore del regime di Augusto Pinochet ed è proprio questo esilio che lega questi 27 racconti sulla crisi economica e sullo sfruttamento nella sua terra. Non mancano spaccati di vita vera, il ricordo del suo cane Laika, Gloria il suo primo amore e la sua famiglia “allargata”.

Nel racconto Un dubbio e una certezza racconta di lui tredicenne, si sia avvicinato alla poesia per amore di una ragazza, lasciando il calcio.

Nella La chiave del cielo, dopo il terremoto il Cile nel 2010 l’autore e altri suoi amici si ritrovano a Tomé, in fuga dalla dittatura cilena e ricordano con affetto la loro ospite, Michelle Manassé che li aveva aiutati.

Mentre nel racconto L’asado è compito del vecchio, durante una riunione dello scrittore con tutti i membri della sua famiglia allargata ricorda la sua vita di esule e poi giornalista inviato all’estero che ha tentato di essere presente nella vita dei figli e dei nipoti.

E lo faceva preparando l’asado,un arrosto, un piatto tipico argentino, cileno e uruguayano fatto con carne cotta alla brace.

La mia opinione di Ingredienti per una vita di formidabili passioni di Luis Sepúlveda

Chi mi legge da un pò sa che non amo i racconti ma ogni tanto mi diletto anche in queste letture. E tra i miei preferiti di questa raccolta :

L’ultima verità di Salvador Allende, in cui l’autore fa visita al cimitero di Santiago, in Cile, a trovare Salvador Allende (Presidente del Cile) e la compagna Hortensia Bussi e nel frattempo va a trovare a alcuni amici sopravvissuti al golpe del 1973. Luis è convinto che Salvador Allende non sia morto suicida ma ucciso dai militari golpisti.

I suoi racconti sono un modo di voler fermare la memoria del suo paese, raccontando di gente semplice, di amore incondizionato per la vita e per le sue passioni. Mette a nudo se stesso e ci trasmette la ricetta per non perderci nulla della vita che è sempre troppo breve.

I sogni sono alla base delle passioni, solo attraverso essi, si possono raggiungere orizzonti sempre più distanti e vivere una vita di formidabili passioni…

Buona lettura!

Ingredienti per una vita di formidabili passioni
Luis Sepúlveda
Tea Edizioni, 2015, p. 194, € 7,65

Puoi acquistarlo qui:

Photo: outsidersweb.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here