Il caso Elisa Claps. Storia di un serial killer e delle sue vittime, Fabio Sanvitale, Armando Palmegiani

“Potenza, domenica 12 settembre 1993. E’ scomparsa una ragazza di 16 anni, in una città che è un grande paese. Dove tutti osservano tutti. E’ scomparsa e la stanno cercando. E’ scomparsa e i suoi amici stanno davanti a una scrivania per dire quello che sanno. Questa è la storia di quella ragazzina e di una città. Di Elisa Claps e di Potenza. Di una ragazzina con gli occhiali e di una città che sembra un gomitolo.”

La mia recensione Il caso Elisa Claps, storia di un serial killer e delle sue vittime di Fabio Sanvitale e Armando Palmegiani

A Potenza il 17 marzo 2010, dopo 17 anni viene ritrovato nella chiesa della Santissima Trinità il corpo di Elisa Claps.
Elisa scomparve da Potenza il 12 settembre 1993.
Era un brava ragazza, sedicenne, con una buona famiglia alle spalle, che scompare dopo l’appuntamento in chiesa con Danilo Restivo, spasimante che lei non amava, ma non voleva ferire.
Il giallo si risolse solo quando fu ritrovato il corpo di Elisa nel sottotetto della chiesa.
L’assassino fu Danilo Restivo, spasimante respinto dalla giovane.
Un uomo molto disturbato, folle e condannato a 30 anni di reclusione per aver ucciso Elisa e condannato prima in Inghilterra per aver ucciso una sarta, Heather Barnett, il 12 novembre 2002.

Un thriller-inchiesta che ripercorre il processo tramite atti giudiziari, interviste, prove, foto, disegni, ecc. e tiene il lettore incollato anche se il finale già si conosce, visto che di quest caso si parlò molto anche in TV nella trasmissione Chi l’ha visto?

La mia opinione Il caso Elisa Claps, storia di un serial killer e delle sue vittime di Fabio Sanvitale e Armando Palmegiani

Sin dalle primissime pagine era chiaro che il colpevole della sparizione di Elisa potesse essere Danilo, perchè si percepiva che era molto pericoloso e mi stupisco che la sua famiglia lo abbia sempre coperto. Il padre lo ha più volte addirittura allontanato da Potenza.
Tante erano le sue stranezze, come quella di tagliare i capelli di nascosto alle ragazze sugli autobus, che purtroppo non lo hanno mai denunciato.
Altro fatto che ho trovato strano, i sacerdoti che si sono susseguiti negli anni e non hanno denunciato la scoperta dei resti della ragazza, nonostante i lavori di restauro nel sottotetto della chiesa.

Emerge l’omertà e il disinteresse  in una città di provincia, un caso che poteva essere risolto molto tempo prima, dove tanti sanno ma non dicono.

Non ci si spiega come mai Elisa non sia stata mai ritrovata prima, la chiesa, ultimo posto dove era stata vista con Danilo avrebbe dovuto essere setacciata meglio.

Ma molti sono stati anche i depistaggi, le false testimonianze, gli errori giudiziari, un caso lunghissimo…

Il caso Elisa Claps, storia di un serial killer e delle sue vittime
Fabio Sanvitale, Armando Palmegiani
Armando Editore, 2019, p. 188, € 16,00

Puoi acquistarlo qui:

Photo: corriere.it

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here