Storia di un coronavirus, Francesca Dall’Ara

«Ma il coronavirus non è così grande, amore mio» sorride la mamma.
«Davvero??? E allora come mai tutti quanti ne avete così tanta paura?»

Una storia scritta appositamente per questo momento e questa realtà molto complicata, una storia semplice che racconta la verità con l’intento di sostenere le mamme e i papà ad affrontare insieme ai più piccoli (e forse anche grazie a loro) questa difficilissima situazione.

La recensione di Storia di un coronavirus, Francesca Dall’Ara

«E allora perché papà va al lavoro?» viene in mente di chiedere a Margherita.
«Perché molte persone grandi devono continuare a lavorare, come il tuo papà e la tua dottoressa per esempio, ma sanno che devono stare attenti e si stanno proteggendo in tanti modi: si lavano le mani, si mettono le mascherine, a volte anche i guanti, e cercano di non stare troppo vicini. Se ci pensi c’è anche una cosa positiva che ci ha portato il mostriciattolo: in questi giorni tante mamme, come me, possono passare più tempo insieme ai loro bambini e fare le cose con più calma del solito».

I bambini ci hanno insegnato grande resilienza, in questi giorni, vero? Si sono adattati ad una situazione difficile, complicata, anche incomprensibile. Sì. Vero. Ma alcuni magari non lo hanno dato a vedere, e sono ancora disorientati e impauriti e…

È importante parlare con i bambini e informarli in modo tranquillo e diretto attraverso parole semplici e realistiche, ovviamente adatte all’età, che non devono dare l’impressione di minimizzare il problema o che vi siano soluzioni «magiche» dietro l’angolo e lieti fini assicurati. È meglio essere chiari e dire la verità e cioè, purtroppo, che non sempre quello che accade è sotto il nostro controllo, e che questo ci fa sentire preoccupati.

Le parole di Maria Antonella Costantino, Direttrice dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) – Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, sono importanti e ci indicano la strada da seguire. Ma spesso non è così facile, vuoi perché anche noi siamo un po’ impauriti e disorientati, vuoi perché ci troviamo senza strumenti per aiutare i nostri bambini ad affrontare una cosa così grande. Questa storia semplice, letta insieme a loro, o anche ascoltata dalla voce di Nicola Savino, oppure ancora letta in inbook (libro illustrato con il testo completamente espresso in simboli, tramite il sistema di Comunicazione Aumentativa e Alternativa, che potete approfondire all’indirizzo della CSCA), può aiutare molto e può essere lo stimolo – per tutti quanti – a vivere questi giorni con più pazienza e serenità. E con un bel po’ di speranza in più.

E’ possibile scaricare l’ebook gratuito qui!

Storia di un coronavirus
Francesca Dall’Ara
Edizioni Centro Studi Erickson, 2020, pag. 44
ISBN: 978-8859023012

Photo : giuntiscuola.it

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here