La mano sinistra di Dio, Jeff Lindsay

Luna. Luna grandiosa. Luna piena, paffuta, rossa, che illuminava la notte come fosse giorno, che diffondeva la sua luce dappertutto e portava gioia, gioia, gioia. E con essa le grida a squarciagola della notte tropicale, il soffio selvatico e dolce del vento tra i peli delle braccia, il gemito vacuo delle stelle, il muggito a denti stretti del riflesso sull’acqua.

La recensione di La mano sinistra di Dio, Jeff Lindsay

Dexter Morgan è un collaboratore della polizia di Miami come esperto di macchie di sangue sulle scene del delitto. Il suo lavoro difatti consiste nell’analizzare le macchie di sangue nei luoghi degli omicidi al fine di ricostruire la posizione del killer e della vittima e la dinamica del delitto. Nel suo lavoro Dexter è proprio bravo.

Ma Dexter non è solo questo: nel tempo libero è un serial killer: uccide persone (solitamente assassini) che ritiene non siano state punite dalla legge.
Guidato da una voce interna, il “Passeggero Oscuro” viene incitato ad uccidere per placarla.
Il Passeggero Oscuro se lo ricorda con lui da sempre. Forse da quando, da bambino, lui e suo fratello maggiore Brian furono rinchiusi in un container per giorni, circondati da cadaveri, tra cui la loro mamma, e seduti nel sangue delle vittime, uccisi con una sega elettrica.
Lo prese con se Harry Morgan, poliziotto. Mentre Dexter cresceva Harry si accorse della natura del ragazzo e gli insegnò a controllare questo impulso uccidendo chi se lo “meritava”.

Dexter riesce a gestire la sua doppia vita per anni, ma si ritrova del tutto impreparato quando un serial killer con uno stile provocatorio inizia ad uccidere le prostitute di Miami e a mandare messaggi diretti a Dexter.

Per risolvere questo caso dovrà lasciarsi il passato alle spalle, una volta per tutte.

La mia opinione di La mano sinistra di Dio, Jeff Lindsay

Quando si vive in una torre glaciale fatta di logica si cerca sempre una base solida per le proprie azioni. Si tende ad ignorare lo stridore irrazionale e irragionevole delle voci musicali che ti spronano dal fondo del cervello, per quanto si facciano insistenti sotto la luce della luna.

La mano sinistra di Dio è un romanzo narrato in prima persona, che si legge veloce.
Jeff Lindsay ha la capacità di descrivere un personaggio che non si può odiare.
La lettura di questo libro è consigliata anche ai non amanti del genere, perchè la lettura è appasionante, scorrevole e mai noiosa.

La serie tv: Dexter

Da La mano sinistra di Dio è stata tratta la serie televisiva Dexter, trasmessa da Showtime negli Stati Uniti d’America e da Fox Crime in Italia.
La prima stagione segue a grandi linee la trama di La mano sinistra di Dio, mentre dalla seconda stagione la si distacca totalmente dai romanzi di Jeff Lindsay.

La mano sinistra di Dio
Jeff Lindsay
Sonzogno, 2005, 306 pag., fuori catalogo

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here