Satyros, Giorgio Borroni

In quel preciso istante la campana della chiesa suonò a morto. Bastiano sentì il sangue gelarglisi a poco a poco, rintocco dopo rintocco ebbe persino l’impressione che rallentasse il flusso, coagulandosi nelle vene. Una voce nella sua testa gli urlò di andare via da lì, di infilarsi nel bar e ordinare qualsiasi cosa pur di evitare quei due, ma quando si mosse gli parve di essere stato preso a bastonate alle gambe.

La recensione di Satyros di Giorgio Borroni

Bastiano ritorna nel suo paese dopo molti anni.
Non avrebbe mai voluto rivedere quelle strade, la piazza e l’albergo ma la telefonata della sua amica Teresa non gli ha lasciato scelta.
Bastiano è tornato per terminare qualcosa iniziato un pomeriggio di tanti anni prima, quando lui, Teresa e Ferdinando hanno iniziato a giocare.
Giocare con il male è pericoloso e raramente si esce vittoriosi.
Bastiano crede però di poter sconfiggere chi ha fatto tanto male ai suoi amici.
Vincerà ma forse è solo un inganno.

La mia opinione su Satyros di Giorgio Borroni

Satyros di Giorgio Borroni è un libro che si legge tutto d’un fiato.
Un horror ben scritto, narrato in maniera perfetta, coi tempi giusti, e ricco di colpi di scena.
Il finale è molto ben congegnato così da sorprendere il lettore e lasciarlo con un brivido di terrore lungo la schiena.
Dispiace un po’ che Satyros finisca perché è un libro convincente che racconta bene la paura, l’angoscia e il terrore di sapere cosa accadrà senza, purtroppo, poterlo evitare.
Buona lettura.

Satyros
Giorgio Borroni
Formato Kindle, 2017

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here