Donata dalle onde, Dario Balzaretti

Ultima Modifica: Nov 23, 2020

La luna rotola sulle cime degli eucalipti in fondo alla nazionale. L’orizzonte è una calotta bianca nel cielo indaco su nero del mare.
Alexandra è in strada, battuta dalla brezza che sa di sale.

La recensione di Donata dalle Onde di Dario Balzaretti

Alexandra è una ragazza rumena approdata in Italia come tante, in cerca di salvezza.
Purtroppo anche in Italia si trova vittima del caporalato, in una spirale di violenza e di dolore.
E proprio in questa occasione incontra Beniamino.

Beniamino Casiraghi è un uomo che ha lasciato l’azienda di Milano in cui lavorava da anni dopo che gli hanno diagnosticato pochi mesi di vita a causa di una malattia.
Si rifugia in un isola, per trascorrere isolato gli ultimi momenti della sua vita.
Una notte però incontra Alexandra.
Inizia per loro una nuova quotidianità dove Alexandra impara la semplicità della vita quotidiana.
L’aggravarsi della malattia di Beniamino però farà conoscere ad entrambi sentimenti nuovi.

La mia opinione di Donata dalle Onde di Dario Balzaretti

Donata dalle onde è un romanzo avvincente che narra di quotidianeità.
Secondo posto al Premio del mare Guarnaccia, è un romanzo che scava dentro la natura umana e da risalto ad aspetti della vita di tutti i giorni che spesso diamo per scontato.
Una lettura fluida, che sa emozionare perchè ripercorre la storia di due anime diverse eppure accomunate dalla sofferenza.

Buona lettura.

L’autore: Dario Balzaretti

Dario Balzaretti vive e lavora a Novara. È laureato in Lettere a indirizzo storico e giornalista freelance dal 1981 al 1986.
Ha pubblicato i romanzi “La pietra di bezoar” nel 1991, “Una storia” nel 2010, il saggio “Uno zuccone imperatore. Vita e opere di Tiberio Claudio Germanico” nel 2016, “Delitto a scuola” per Nulla Die Edizioni nel 2017.
Ha partecipato e ottenuto riconoscimenti nei premi Bontempelli Marinetti (1984) con il racconto “Il ganzo e il gonzo”; il Premio poesia Val Formazza 1988, secondo premio con la poesia “La sera”; il Premio Dante Graziosi nel 2004 con il racconto Il torello di San Antonio pubblicato in “Sono queste che contano e altre storie” Piccolo Torchio editore e nel 2008 terzo premio con Il compagno senza voce pubblicato da Piccolo Torchio in “L’America del Pilade e altre storie”.

Donata dalle onde
Dario Balzaretti
Nulla Die, 2020, 150 pag., 14.00 €

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here