Questo giorno che incombe, Antonella Lattanzi

Massimo raggiunse Angela al cancello portando le valigie. Si girò verso Francesca. Lei non lo aveva mai visto più soddisfatto di così.
Qui saremo felici.

Una famiglia felice.
La casa perfetta.
Un nuovo inizio che appare luminoso, fragrante, immacolato.

La recensione di Questo giorno che incombe di Antonella Lattanzi

Francesca e Massimo, con le due figliolette, si trasferiscono a Roma.
Massimo ha un posto all’università e Francesca, licenziatasi prima del trasferimento, potrà finalmente lavorare a quel progetto che tiene nel cassetto da anni.
Tutto sembra perfettamente fattibile.
La figlia maggiore, Angela, andrà all’asilo e Francesca dovrà badare soltanto a Emma.

Ogni cosa al suo posto eppure Francesca non ce la fa.
Ogni giorno è uguale e peggiore del precedente.

I vicini sorridenti e gentili si interessano, invitano, sollecitano ma Francesca invece di sentirsi accettata si sente spiata, osteggiata, odiata.
E poi accade l’incidente, ciò che nessuno poteva immaginare.
Una bambina sparisce.
E quel posto così felice, racchiuso, protetto dal grande cancello rosso, si trasforma in un luogo che di bello non ha più niente.

La mia opinione su Questo giorno che incombe di Antonella Lattanzi

Questo giorno che incombe è un libro bellissimo.
A metà strada tra Shirley Jackson e il miglior Stephen King, Antonella Lattanzi tratteggia con la sua penna magnifica una storia che tiene col fiato sospeso fino all’ultima parola.

Il romanzo è ipnotico ed è letteralmente con fatica che si smette di leggere.
Perché Antonella Lattanzi riesce a far sentire il lettore esattamente nei panni di Francesca.
Leggendo io ero lei.
Come Francesca ho amato essere madre e ho detestato le mie bambine, ho parlato con la casa rifugiandomi nel suo abbraccio, ho amato un altro uomo, mi sono sentita stritolare dal senso di colpa, dalla passione, dal desiderio di indipendenza ma poi il profumo delle bambine, i loro gridolini mi hanno fatto tornare madre, moglie di Massimo.
Ho odiato e amato la casa, ho sospettato tutti, mi sono fatta circuire, ho pianto, sperato, amato.

Una grande storia, un romanzo psicologico, un thriller ammaliante.
Antonella Lattanzi scrive magnificamente, ogni parola è impeccabile, e riesce a creare una tensione crescente che è perfettamente in equilibrio e che lascia il lettore con la sensazione di qualcosa di terribile che potrebbe avvenire. E già titolo è foriero di ciò che leggeremo. Quell’incombere che prelude a una minaccia che sentiamo vicina ma non possiamo sapere che forma avrà né quando giungerà.

Ho amato tutto di questo libro ma il finale mi ha letteralmente dilaniata.
Anche se è assolutamente perfetto.

Buona lettura.

Questo giorno che incombe
Antonella Lattanzi
HarperCollins Italia, 2021, p. 456, €. 19,50

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here