Il diavolo a rovescio, Sabrina Caregnato

Si era appena addormentato quando alcuni versi riaffiorarono dai risvolti della memoria. Parole di passione, parole vecchie di quattro secoli che cantavano l’amore di un re per una donna di basso signoraggio. Dolci come una preghiera, crudeli come la lontananza.

La recensione di Il diavolo a rovescio di Sabrina Caregnato

Fadrizio Ferrante è il secondogenito di un’importante casata abruzzese.
Siamo nel 1572 e la sopravvivenza e il prestigio di una casata si decidono a tavolino con matrimoni ben organizzati e buoni rapporti sociali.
Fadrizio sa che il padre lo vorrebbe a Roma, in Vaticano, ma sa anche che quella non è la sua strada.
Dopo la morte della madre il padre lo avverte di voler anticipare il matrimonio della figlia minore Claudia con un ricco veneziano, Alvise Bragadin, e Fadrizio deve scortarla nella città lagunare.
Intanto giunge notizia che Carlo, primogenito della famiglia, è accusato di omicidio.

La mia opinione su Il diavolo a rovescio di Sabrina Caregnato

Il diavolo a rovescio di Sabrina Caregnato è un romanzo particolare che mischia varie tematiche.
All’inizio la storia è molto cruenta, ricca di personaggi sanguigni, e si concentra sulla storia della famiglia di Fadrizio e sui rapporti con le casate vicine.
Poi la trama vira e l’azione si sposta a Venezia città ricca, sensuale, piena di divertimento e dove Fadrizio scoprirà cosa significhi la passione.

Sabrina Caregnato scrive bene e la trama è interessante.
L’unica cosa che non mi ha convinta è la diversità tra la prima e la seconda parte del romanzo.
C’è quasi una cesura ed è come se il romanzo all’inizio avesse un intento ma poi cambiasse prospettiva.
Probabilmente questo è imputato al fatto che, mentre nella prima parte ci si concentra su combattimenti, fughe e minacce, nella seconda parte invece Venezia e i suoi piaceri rendono sicuramente l’atmosfera più leggera e luminosa.

Il diavolo a rovescio è una lettura forte, ricca di passione, molto ben documentata che riporta in vita la seconda metà del XVI secolo e descrive perfettamente la vita dei tempi, le gerarchie, i sogni e i problemi affrontati con una lingua che mescola sapientemente l’italiano alto con quello popolano.
Buona lettura.

Il diavolo a rovescio
Sabrina Caregnato
Libromania, 2020, p. 352, €. 15,00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here