Mamma, cucino da solo! Katia Casprini, Roberta Guidotti

In fondo cucinare è un bel gioco e, per i bambini, farlo proprio come i grandi lo è ancora di più!

Un manuale per “aiutare a fare da soli”, così come ha sempre sostenuto Maria Montessori. Un manuale di cucina, per far sì che i bambini prendano confidenza e fiducia nelle proprie capacità: da sperimentare con i più piccoli, che potranno fare tutto da soli, senza bisogno di saper leggere e senza bilancia.

La recensione di Mamma, cucino da solo!, Katia Casprini, Roberta Guidotti

Coinvolgere i bambini nella preparazione di pietanze sane è uno dei modi più funzionali per sviluppare i cinque sensi, stimolare l’autonomia e gettare le prime basi di educazione alimentare. Manipolando il cibo il bambino prenderà confidenza, ne conoscerà aspetto, nome, colore, forma, profumo e inizierà a dare importanza e valore agli alimenti

Questo libro-laboratorio non è un semplice manuale di cucina per realizzare dolci perfetti, ma vuole soprattutto suggerire delle attività che avvicinino i bambini al buon cibo e a una corretta alimentazione.
Il manuale consente al bambino, in linea con i principi del Metodo Montessori, di “fare da solo”, di portare avanti la realizzazione di un dolce in completa autonomia, con l’utilizzo di un comune vasetto di yogurt e un cucchiaio da cucina. In ogni ricetta viene presentata la foto dell’ingrediente e accanto il numero di vasetti o cucchiai da riempire, il che richiama un’altra attività Montessoriana che è quella del travaso, tanto amata dai piccoli. Nel libro sono inserite delle etichette da applicare sui contenitori da cucina che conterranno gli ingredienti, in modo che il bambino li associ chiaramente e in maniera univoca alle immagini che trova nel libro.

L’idea è nata sul campo da parte delle autrici, due mamme che dopo numerose richieste del tipo “mamma, faccio da solo!” si sono messe al lavoro per trovare una modalità di cucina che desse ai bambini la massima autonomia, già a partire dai 3 anni circa.

Il mio parere su Mamma, cucino da solo!, Katia Casprini, Roberta Guidotti

prima si inizia e meglio è! I bambini hanno potenzialità infinite, proviamo a chiudere un occhio davanti a un bicchiere di latte rovesciato o alla farina sparsa su tutto il pavimento e diamo loro la libertà di esprimersi. Attraverso la sperimentazione il bimbo sviluppa una manualità importante per il suo accrescimento e sarà stupefacente per voi vedere con che naturalezza imparerà a sbattere un uovo o a manipolare un impasto con energia. Dimostrando fiducia nelle sue capacità aiuterete vostro figlio ad avere fiducia in se stesso.

Fin da quando erano piccolissimi, i miei figli mi hanno affiancato in cucina: era il nostro modo di stare insieme, il premio dopo una buona azione, la coccola quando qualcuno era triste… Fare dolci poi è sempre stato particolarmente apprezzato, dato che siamo tutti golosi!
Seguendo i principi di Maria Montessori ho cercato di aiutarli a far da soli, di vigilare sulle loro azioni senza inserirmi ed essere invadente, anche se la precisina che abita in me ha dovuto trattenersi parecchio, ad ogni sbuffo di farina in giro per casa 😀
Ora che sono grandi è bello vederli spadellare – sempre con l’attenzione di mamma in allerta – e preparare cose appetitose, fare esperimenti che poi puntualmente gli adulti dovranno “sacrificarsi” di assaggiare… E’ anche un buon modo per farli collaborare, dato che altrimenti sono due tipici fratelli “cane e gatto”…
Credo che prossimamente mi divertirò a sperimentare Mamma, cucino da solo! in occasione del mio prossimo pomeriggio baby-sitter: la bimba dei nostri vicini è meravigliosa e prevedo già che si divertirà tantissimo a cucinare per noi!

Mamma, cucino da solo!
Katia Casprini, Roberta Guidotti
Red! Edizioni, 2021, pag.64, € 16,00
ISBN: 978-8857309569

Mamma, lavoratrice full time, 45 anni, una figlia di 14 e la passione per la lettura ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here