Ho catturato uno gnomo, Alberto Lot

Gli gnomi esistono
e questa storia è vera.
Non lo posso dimostrare.
Ma posso raccontarvi quello
che mi è successo durante
quei giorni di fine primavera.

La recensione di Ho catturato uno gnomo di Alberto Lot

Tutti hanno immaginato di riuscire ad incontrare uno gnomo ma il bambino protagonista di questa storia arriva addirittura a catturarlo.
Certo, non è bello chiudere uno gnomo, per quanto dispettoso possa essere, in un barattolo e pensare di fargli mangiare erba e dargli un lombrico per compagnia.
Ovviamente lo gnomo, che è molto furbo, riuscirà a fuggire ma rischierà di finire mangiato dal terribile Anselmo, il gatto più cattivo dell’universo.

La mia opinione su Ho catturato uno gnomo di Alberto Lot

Ho catturato uno gnomo è un’avventura illustrata colorata e divertente.
Nelle pagine finali si possono tirare le somme delle informazioni e stilare una guida sulle abitudini degli gnomi, cosa utilissima se si ha intenzione di cimentarsi nell’incontro con questi esseri dotati di grande astuzia e sense of humour.

Lo gnomo protagonista non è esattamente la creatura più socievole in cui ci si possa imbattere ma diciamo che anche il bambino che lo cattura dovrebbe migliorare un po’ le buone maniere.

L’incontro tra i due, anche se non iniziato nel migliore dei modi, porterà al rispetto e all’amicizia perché un gesto d’altruismo non viene mai dimenticato, soprattutto da uno gnomo!

Buona lettura.

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here