Strega ricca strega povera, Peter Bently, Jim Field

Due streghe gemelle, per puro caso, avevano entrambe un porro sul naso.
Ma erano diverse per stile di vita:
Rosa era povera, e ricca era Rita.

La recensione di Strega ricca strega povera di Peter Bently e Jim Field

Due sorelle streghe sono diversissime.
Rosa è povera e non chiede mai nulla in cambio delle sue magie.
Rita invece ama le comodità e lavora solo per gente importante.

Un giorno Rita viene chiamata a corte perché la principessa non ride più. Ma stranamente nessuna magia sembra funzionare. Cosa servirà per guarire Anna Lucilla Donata?

La mia opinione su Strega ricca strega povera di Peter Bently e Jim Field

I disegni di Jim Field sono sempre una garanzia così come i testi di Peter Bently.
E vedere queste due sorelle così diverse, una col caschetto molto glamour e un vestito griffato e l’altra coi capelli sparati e toppe colorate ovunque fa già ridere moltissimo.
Perché Rita e Rosa sono davvero agli antipodi, per Rosa la magia è incontrare le persone e farsi nuovi amici, per Rita è guadagnare.

Quando il re chiama per aiutare sua figlia nessuna magia sarà d’aiuto. Solo Rosa capirà cosa serve alla principessa ed è una cosa che nessuna magia può far apparire.

Strega ricca strega povera in poche, coloratissime immagini, che meraviglia i verdi e i rosa, le figure in movimento e le espressioni buffe di umani e animali, racconta una grande, universale verità: per essere felici non serve la magia ma basta un’amica sincera.

Buona lettura.

Strega ricca strega povera
Peter Bently e Jim Field
Gallucci, 2021, p. 30, €. 12,50

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here