Il tesoro di Sorbara, Stefano Ascari, Dario Grillotti

“Un pomeriggio d’estate, sull’argine del Panaro… Ragazzi! Forse dovremmo tornare a casa… il nonno dice che con questo caldo è meglio non andare troppo in giro…

Sei il solito fifone, Marco! Se le case abbandonate ti fanno paura, dillo!

Magari fosse la volta buona che incontriamo un fantasma…”

La recensione di Il tesoro di Sorbara, Stefano Ascari, Dario Grillotti

in un afoso pomeriggio d’estate tre amici: Marco, Martina e Khaled fanno uno strano incontro in una villa abbandonata lungo la riva del Panaro, nei dintorni di Bomporto in provincia di Modena.

Inizia così una caccia al tesoro fra fantasmi, antiche vie d’acqua, capolavori di ingegneria idraulica, corsi d’acqua, rinomate cantine e geni rinascimentali, alla ricerca del prodotto più prezioso di queste terre rigogliose: il Lambrusco, un tesoro rosso rubino.

Alla fine del fumetto si apre una sezione per raccontare ai giovani lettori i luoghi, la loro storia e le loro tradizioni.

La mia opinione di Il tesoro di Sorbara, Stefano Ascari, Dario Grillotti

Un viaggio a fumetti per invitare i più giovani a scoprire i tesori di Sorbara, terra del Lambrusco, ricca di storia, cultura e arte.

La storia del territorio non è solo un susseguirsi di eventi, ma è anche legata alle tradizioni, come per il Comune di Bomporto, patria appunto del pregiato vino Lambrusco.

Il vino non è fatto solo di uva ma anche di persone legate dalle stesse origini e dalle stesse radici.

Un bellissimo modo per fare conoscere una realtà ai più giovani in modo divertente e per non disperdere usi e costumi.

Buona lettura!

Il tesoro di Sorbara
Stefano Ascari, Dario Grillotti
Franco Cosimo Panini, 2021, p.63, € 9,00

Puoi acquistarlo qui:

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here