I suoni rimasti, Matteo Gubellini

Sono rimasti nel bosco i suoni degli animali che amavo, e che sapevo distinguere da prima che mi accogliessero.

La recensione di I suoni rimasti, Matteo Gubellini

Siamo in un’epoca lontana, in un’epoca dove c’è ancora confidenza tra uomo e creature magiche.
Mara è una ragazza che si innamora di uno gnomo.
Questo rapporto però desta sospetto e, agli occhi degli altri gnomi è inadeguato.

Mara e lo gnomo decidono di andare nel bosco, in mezzo agli animali a cui Mara è affezionata, che ha sempre trattato con gentilezza. Proprio per la gentilezza della ragazza gli animali la accolgono, però gli gnomi non si accontentano e scatenano la loro rabbia contro la ragazza.

Gli animali non possono restare a guardare quando la loro amica è vittima di violenza. Ma, lo sappiamo, la violenza genera violenza…

La mia opinione di I suoni rimasti, Matteo Gubellini

I suoni rimasti è una storia illustrata sull’intolleranza e sul pregiudizio.
Una storia fin troppo attuale, sapientemente illustrata da Matteo Gubellini che, attraverso immagini curate nei minimi dettagli trasportano il lettore dentro al bosco.
Dal formato orizzontale diverso dal solito, ma lo è anche il suo contenuto.

Sono contenta che Matteo Gubellini abbia deciso di autoprodursi questa opera, che fa riflettere e pensare.

I suoni rimasti
Matteo Gubellini
Scomodincanti Edizioni, 2020

Per ordinare una copia del libro bisogna scrivere direttamente sulla pagina facebook di Matteo Gubellini.

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here