La torta senza mele, Géraldine Elschner, Olivier Desvaux

Domani papà festeggia il suo compleanno e il piccolo Paul si gratta la testolina.
Vorrebbe fargli un regalo – ma cosa?
Ecco, un’idea! Papà adora la frutta.
Ne mangia da mattina a sera mentre lavora. Pere, arance, uva, prugne. Ma le sue preferite sono le mele.
E…con le mele si può fare una bella torta!

La recensione di La torta senza mele di Géraldine Elschner, Olivier Desvaux

Paul Cézanne, padre dell’arte moderna, amava dipingere nature morte.
Tanto la sua frutta sembrava vera che veniva voglia di mangiarla.
E quando suo figlio Paul perde per strada le mele prese come regalo, suo padre non lo sgrida ma gli si siede vicino per disegnare quelle stesse mele così da renderle eterne.

La mia opinione su La torta senza mele di Géraldine Elschner, Olivier Desvaux

La torta senza mele, Collana Ponte Delle Arti, è una piccola meraviglia.
Tutte le illustrazioni di Olivier Desvaux richiamano lo stile di Cézanne. Sono immerse nella luce e nei paesaggi della Provenza, lungo il fiume, tra i meli e le risate dei ragazzi, tra le ombre calde del giardino e l’intonaco giallo delle stanze.

Scritto da Géraldine Elschner e tradotto da Laura Molinari e Vera Minazzi, La torta senza mele ci restituisce l’aria polverosa e profumata di colori ad olio degli atelier pittorici, la pittura materica e brillante, la felicità quotidiana, la rappresentazione delle piccole cose. Un albo breve e magnifico che in poche pagine ci porta a spasso nella Francia di fine ottocento e ci fa conoscere Cézanne e le sue profumatissime e famosissime mele.

Buona lettura.

La torta senza mele
Géraldine Elschner, Olivier Desvaux
Jaca Book, 2021, p. 24, €. 15,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here