The underground Sketchbook, Tomi Ungerer

La recensione di The underground Sketchbook di Tomi Ungerer

Nel 1964 Tomi Ungerer, uno dei più grandi illustratori, pubblica The underground Sketchbook. Oggi edizioni Clichy ce lo porta facendoci conoscere un’opera geniale.
Tomi Ungerer ha illustrato principalmente libri per l’infanzia e ha vinto il premio Hans Christian Andersen nel 1998 come illustratore ma The underground sketchbook NON è un libro per bambini.

L’edizione di Clichy è bellissima a partire dalla copertina rossa dove uno degli schizzi che poi troveremo all’interno sembra riflettere, soppesando una bomba, e domandandosi: “Cosa ci sarà dentro? La lancio oppure aspetto? Cosa sarà meglio?”
O come questa immagine dove una coppia sta ballando. Ungerer rappresenta una scena all’apparenza normale dove all’improvviso un guizzo assurdo irrompe a turbare la scena: l’uomo morde il braccio della sua compagna di ballo. Anzi sembra quasi assaggiare la donna mentre lei non ne è per niente turbata.

Gli schizzi di Ungerer sono una rappresentazione critica e sarcastica del mondo. Troviamo scene di guerra dove cannoni lanciano parti del corpo, soldati marciano con una croce al posto del fucile oppure un uomo impiccato pende dalle mostrine di un generale.

Relazioni finite e ricucite, amore e sesso, corpi nudi, omicidi, quello di The underground sketchbook è un mondo sottosopra dove tutto è possibile, compreso affettare l’amata per poi ricomporla a nostro piacimento.

La mia opinione su The underground Sketchbook di Tomi Ungerer

Geniale e assurdo.
Non appena si finisce di sfogliare per la prima volta il volume sono queste le prime impressioni. E gli schizzi, velocissime linee nere, alcune punteggiate di rosso, sono così tanti e particolari che bisogna subito riprendere in mano il volume e con calma studiarli uno ad uno.

E a quel punto ci appare ancora più forte il genio di questo illustratore che con tratti rapidi e nervosi rappresenta mondi, guerre, paradossi, ossessioni e rende ogni disegno perfetta rappresentazione non di un momento ma di un mondo. Come questa rose/eater, mangiatrice di rose, così volgare e allo stesso tempo affascinante, con la bocca spalancata, rossa come la rosa. Ci guarda negli occhi, quasi ci prende in giro e ci fa sentire più nudi e senza protezione di tutti i corpi disegnati nel volume.

Buona lettura.

The underground Sketchbook
Tomi Ungerer
Edizioni Clichy, 2021, p. 154, €. 22,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here