La raccolta di Pica, Camilla Anselmi, Giulia Benati, Elena Livieri

Pica è una gazza,
un uccello colorato e molto intelligente.
Fa il nido in alto sugli alberi
insieme ad altre gazze.
Il nido di Pica, costruito con
legnetti e foglie secche,
è davvero grande.
Il suo passatempo preferito è quello di raccogliere gli oggetti che la incuriosiscono
e che più le piacciono.

La recensione di La raccolta di Pica di Camilla Anselmi, Giulia Benati, Elena Livieri

Pica è una gazza e ovviamente adora prendere tutto ciò che la incuriosisce.
Raccoglie chiavi in mezzo all’erba, foto volate via, piume di pavone, fossili.
Tutte cose bellissime, esotiche, interessanti, talmente uniche che anche gli altri animali cominciano a curiosare intorno al nido della gazza.
E allora non è forse meglio trovare uno spazio dove tenere tutte le meraviglie raccolte in giro? Un luogo dove sistemare, organizzare, catalogare così che tutto sia in ordine e facile da ammirare? Esisterà un posto così?

La mia opinione su La raccolta di Pica di Camilla Anselmi, Giulia Benati, Elena Livieri

Scritto da Camilla Anselmi e Giulia Benati e illustrato da Elena Livieri, La raccolta di Pica è un illustrato delizioso che spiega attraverso la storia di Pica e degli altri animali del bosco cosa è e come funziona un Museo.
I bambini impareranno che un Museo serve a ESPORRE,CONSERVARE,IMPARARE, CONOSCERE, e soprattutto ad EMOZIONARSI.
Le illustrazioni sono coloratissime, piene di animali, progetti, idee e accompagnano perfettamente il testo.
La raccolta di Pica è sicuramente un libro perfetto per avvicinare i bambini al mondo dell’arte e rendere una prima visita al museo con mamma e papà un’avventura consapevole e divertente.
Buona lettura.

La raccolta di Pica
Camilla Anselmi, Giulia Benati, Elena Livieri
Scalpendi, 2021, p. 56, €. 18,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here