Una figlia perfetta, Alex Stone

Mentii.
Non avevo mai mentito prima. Non avevo mai fatto nulla che mia madre potesse disapprovare. Ero una brava ragazza. Una brava figlia. Una figlia perfetta. O perlomeno, avevo provato a esserlo.
Ma la perfezione, in realtà, non esiste.

La recensione di Una figlia perfetta di Alex Stone

Abigail, Adam, Jess. Un triangolo che per tutto il romanzo si snoda tra passato e presente, tra cose taciute e verità svelate.
Jess e Abigail, figlia e madre, vincolate in un rapporto esclusivo di dipendenza affettiva. Abigail è bravissima a manipolare Jess, a farla sentire insicura, colpevole, inadeguata. La rimprovera di non dedicarle abbastanza attenzioni, di volerla abbandonare, di cercare altrove la felicità.
Jess è una donna con un buon lavoro e una bella casa ma, anche se si è trasferita, è come se vivesse ancora con la madre. Ogni sera deve essere da lei alle 18.00, deve informarla di ogni caffè, pranzo, evento a cui partecipa. Soprattutto non deve frequentare nessun uomo perché, come le ripete spesso Abigail, non sa scegliere gli uomini adatti. Come quell’Adam con cui esce da qualche mese e che per la madre la sta solo sfruttando.

La mia opinione su Una figlia perfetta di Alex Stone

Una figlia perfetta è un thriller che calibra bene l’aspetto relazionale tra madre e figlia e l’indagine sulla scomparsa di Adam.
Il ritratto che esce dalle pagine di Jess e di sua madre Abigail è spietato e ben rappresentato. La relazione tossica tra le due è fatta di piccoli segreti, sguardi affilati, silenzi che pesano come macigni e Adam si inserirà in questo rapporto sconvolgendo le certezze di entrambe le donne.

Alex Stone è riuscita a creare una storia con un buon ritmo narrativo. L’unica cosa che un po’ mi ha disturbato è stata una certa ripetitività nel raccontare il rapporto tra Jess e Abigail che se da una parte permette al lettore di entrare in profondità nella mente e nella relazione delle due donne dall’altra può risultare stancante. Questo non significa che io non abbia trovato la lettura estremamente piacevole e interessante e infatti ho finito il romanzo in un paio di giorni.

Una figlia perfetta è una storia che all’inizio sembra già mostrare tutte le sue carte ma la bravura dell’autrice è proprio quella di tenere alcuni assi nella manica da calare al momento giusto con un finale sorprendente.
Buona lettura.

Una figlia perfetta
Alex Stone
Newton Compton, 2022, p. 320, €. 3,90

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here