Il libraio innamorato, Gianluca Morozzi

Per cominciare, dovete sapere che all’osteria del Sole servivano soltanto vino.

La recensione di Il libraio innamorato di Gianluca Morozzi

Librerie, librai innamorati, clienti particolari. Scrittori, editori, fiere, passioni, ossessioni e amore, tanto amore. Trattorie, vino, panini e Bologna, splendida Bologna. Tutto questo in un libro piccolino ma decisamente straordinario.

Alessio ha una libreria a Bologna ed è innamorato di una sua collega ma non ha il coraggio di dichiararsi. Mai.
Così passano i mesi, e anche gli anni, tra chiacchiere, pranzi veloci in trattoria a raccontarsi di clienti strambi, nuove uscite e scrittori del momento. Come poi le vite dei due librai si intreccino a quelle degli altri protagonisti del libro è qualcosa che solo Morozzi poteva riuscire a fare tenendo in equilibro una trama perfetta dove tutto è concatenato pur essendo all’apparenza slegato e dove si alternano momenti di leggerezza ad altri più cupi.

La mia opinione su Il libraio innamorato di Gianluca Morozzi

Quando ho iniziato questo libro e sono arrivata al secondo capitolo pensavo di trovarmi di fronte ad una raccolta di racconti. Perché di capitolo in capitolo ogni personaggio, o storia, sembrava un mondo a sé. Poi il piano narrativo si è rivelato e tutto ha avuto un senso.

Il libraio innamorato è un romanzo geniale, capace di stupire il lettore dimostrando come la letteratura riesca a raccontare sé stessa e il mondo attraverso storie fantastiche che rispecchiano la realtà. C’è tanta letteratura nel libro, titoli su titoli. Ho adorato il richiamo a Mucchio d’ossa, romanzo che ho amato moltissimo, così come la scelta di chiamare un personaggio Scerbanenco.

C’è tutto il mondo dei libri e dei lettori nascosto tra le righe: il feticista dell’odore della carta, la scrittrice che si vergogna di ciò che scrive, ah, questa letteratura bassa e volgare, lo scrittore che non ha più idee, i rifiuti delle case editrici. E poi ci sono i due protagonisti iniziali, i due librai indipendenti che credono nei libri, che consigliano, aiutano, organizzano eventi e si riveleranno motori essenziali di tutta la vicenda.

Insomma, Il libraio innamorato è una storia a tratti surreale, divertente, adorabile e che ci ricorda una cosa importantissima: leggere salva la vita. Davvero.
Buona lettura.

Il libraio innamorato
Gianluca Morozzi
Fernandel, 2022, p. 164, €. 13,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here