Binario 7, Erika Rigamonti

Si volta. Il padre di sua figlia. Suo marito da quattordici anni. L’aguzzino.

La recensione di Binario 7 di Erika Rigamonti

Guido con Elisa è un marito all’apparenza perfetto, architetto di successo, bello, gentile, ricco, non ha mai fatto mancare nulla alla famiglia.
Guido con Gloria è un padre attento. Solo le migliori scuole. Solo vestiti nei negozi di lusso.
Purtroppo questo uomo così perfetto esiste solo nel mondo esterno. Quando è a casa è cupo, collerico, manesco. Un uomo che prende a schiaffi la moglie. Urla. È violento.
Elisa prova a scappare, a rifarsi una vita ma senza lavoro e senza soldi l’unica scelta possibile è ritornare dal marito.

Elisa e Gloria, due donne vittime della violenza di Guido.
Siamo negli anni ’80 e nessuno crede che un marito e un padre possano essere diversi dall’immagine esterna. E così l’inferno di Elisa e della figlia Gloria si consuma tra le mura di casa mentre tutto il resto del mondo continua a credere alla favola della famiglia felice.

La mia opinione su Binario 7 di Erika Rigamonti

Binario 7 è una storia forte e dura che mette al centro della narrazione la violenza domestica e le sue ripercussioni sui figli. Infatti Gloria vive con la costante paura di un padre violento. La ragazza è allo sbando, non sa cosa significhi essere amati e quindi cerca disperatamente di compiacere gli altri per ottenere affetto e attenzione. Questo la porterà a commettere molti errori ma alla fine riuscirà a trovare sé stessa e ad inseguire i suoi sogni a dispetto di tutti.

Il libro di Erika Rigamonti ha vinto numerosi premi tra cui Canto di Dafne 2022 e Fiori sull’acqua 2022, entrambi premi attenti alle tematiche sulla violenza contro le donne ed è stato portato a teatro nel 2021 per la regia di Elisa Bottiglieri con Enrico Pittaluga.

Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Siamo ancora lontani da una società in cui la donna non sia vittima di mariti, padri o fidanzati violenti e Binario 7 ci racconta una storia comune, qualcosa che potrebbe capitare alla nostra vicina così come a noi.
Soprattutto Erika Rigamonti ci ricorda una cosa fondamentale e cioè che le parole “Scusa, perdono, torna a casa” sono spesso solo l’ennesima trappola del nostro aguzzino.
Buona lettura.

Binario 7
Erika Rigamonti
Carta Canta Editore, 2021, p. 230, €. 14,50

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here