Un anno a Fleurville, Felicita Sala

NOVEMBRE
In questo quartiere, molte mani hanno piantato molti semi.
Ed ecco ora, al loro posto, una distesa di zucche se ne stanno con il grosso sederone appoggiato sul terreno, aspettando di essere trasformate in torte, zuppe o facce mostruose.

Dal Premio Andersen Felicita Sala, un albo per bambini incuriositi dal mondo vegetale e dalla cucina.

La recensione di Un anno a Fleurville di Felicita Sala

Fleurville è una cittadina che definirei ideale.
Ovunque si coltiva frutta e verdura. E quando dico ovunque intendo davvero ovunque: sui balconi, sulle terrazze, sui tetti, nelle vie, nelle piazze e nei giardini.

Tutti seminano e coltivano perchè, oltre ad essere buone e sane da mangiare sono buonissime da vedere.

Nelle cucine di Fleurville queste frutte e verdure si trasformano in piatti deliziosi.

Possiamo farlo anche noi sapete? E questo libro, grazie alle dodici ricette presenti, una per ogni mese, dolci o salate, ci aiutano a cucinare usando frutta e verdura di stagione.

Un anno a Fleurville di Felicita Sala è un libro da tenere sempre a portata di mano, da leggere e gustare.
Un albo che nasce per bambini curiosi ma che si rivela un libro per tutta la famiglia, un libro da condividere con genitori e anche nonni per passare più tempo insieme a coltivare e cucinare.

Perciò buona lettura e…buon appetito!!!!

L’autrice: Felicita Sala

Felicita Sala è illustratrice autodidatta. Laureatasi in filosofia presso l’University of Western Australia, ha lavorato a numerosi progetti di animazione insieme al marito Gianluca Maruotti. La sua vera passione è però legata ai libri illustrati, con i quali ha vinto numerosi premi internazionali. Vive a Roma con il marito Gianluca e la loro figlia Nina.

Un anno a Fleurville.
Ricette dai balconi, dai tetti e dai giardini

Felicita Sala
Rizzoli, 2022, 42 pag., € 19.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here