Per fare un albero ci vuole un dente, Dario Pontuale

In un quartiere come tanti di una città come tante, c’era una volta un grosso palazzo tondo come un ciambellone.
Questo palazzo, tuttavia, era grigio come il fumo di una ciminiera, anzi la fuliggine del camino, anzi l’asfalto delle strade.

La recensione di Per fare un albero ci vuole un dente di Dario Pontuale

Giulio è un bambino che vive in un quartiere come tanti, in una città come tante, in un palazzo grigio e triste.
Le persone che vi ci vivevano erano distratte, sempre di fretta e non si curavano di annaffiare le piante sui balconi e nei giardini, con il risultato che non c’era più verde.

Una mattina a Giulio cad un dente. Spaventato corre piangendo dalla mamma che lo rassicura che lasciandolo sotto il cuscino la fatina gli lascerà un regalo.
La mattina dopo infatti Giulio trova tre bei soldi luccicanti.

Giulio immagina già la torta che si potrà comprare con quei soldi.

Uscendo con la mamma Giulio incontra un venditore di semi che gli offre uno dei suoi prodotti.

«È un seme di quercia e la quercia è un albero sacro agli dei, che gli antichi lo apprezzavano per la loro resistenza. Ma dimmi figliolo, saresti abbastanza coraggioso perché sia tuo?» domandò il vecchio venditore. Giulio, affascinato dal seme, mostrò con fierezza il dente mancante.

Ed è così che Giulio piantò un seme in giardino, un seme di cui si prende cura giorno dopo giorno.
Un piccolo seme che forma un albero, che da riparo a bambini che giocano e uccelli che migrano.
E grazie a questo piccolo seme il palazzo non fu più grigio.

Per fare un albero ci vuole un dente è una bellissima storia di Dario Pontuale che insegna cosa vuol dire seminare e prendersi cura di un sogno.
Una storia che incanta grandi e piccini grazie anche alle illustrazioni di Elena Miele.

Un libro dai 6 anni in su ma che racchiude in poche pagine una storia davvero potente, da leggere a qualsiasi età.

L’autore: Dario Pontuale

Dario Pontuale (1978) è scrittore e critico letterario. Ha pubblicato i romanzi La biblioteca delle idee morte (2007), L’irreversibilità dell’uovo sodo (2009), Nessuno ha mai visto decadere l’atomo di idrogeno (2012), Certi ricordi non tornano (2018) e il racconto per ragazzi I dannati della Saint George (2015). Per Valigie Rosse ha firmato il volume di invito alla lettura Ho visto il film (2014).

Per fare un albero ci vuole un dente
Dario Pontuale
Illustrazioni: Elena Miele
Valigie Rosse, 2021, 48 pag., € 13.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here