Vittoria di squadra, Sarah Pellizzari Rabolini

“Non mi sono mai sentito solo”

La recensione di Vittoria di squadra di Sarah Pellizzari Rabolini

Michele gioca a basket. Gli piace scendere in campo e fare canestro. Gli applausi, l’esultanza con i compagni, il sentirsi parte di un tutto. Purtroppo in squadra c’è anche Bruno con cui Michele non riesce proprio ad andare d’accordo. Bruno fa sempre battute, cerca il contrasto. Eppure Michele e Bruno hanno molte cose in comune, soprattutto l’amore per lo sport.

Quando l’allenatore decide che Michele sarà il sesto uomo nella partita, cioè il giocatore che rimane a bordo campo pronto a entrare se necessario, il ragazzo ci rimane proprio male. Come ci si può sentire parte del tutto se si rimane in panchina?

La mia opinione su Vittoria di squadra di Sarah Pellizzari Rabolini

Come già nel precedente Il diritto di sognare, Sarah Pellizzari Rabolini racconta un fatto storico del passato legandolo alla vicenda narrata nel romanzo.

Michele ama leggere le imprese degli uomini a bordo dell’Apollo 11. Come molti conosce il nome di Neil Armstrong e Buzz Aldrin e scopre, con immensa sorpresa, che Michael Collins, il terzo astronauta, non mise mai piede sul suolo lunare. Eppure Collins ha dichiarato che non si è mai sentito escluso.
Forse allora, si può essere parte di una squadra anche se si rimane in disparte, anche se non si partecipa ad ogni azione.

Mettendo a confronto il passato e le sue esperienza sul campo di basket, Michele apprende una grande lezione: non è il numero di canestri segnati a fare di te un grande giocatore ma è la capacità di fare squadra in ogni circostanza, anche da bordo campo.

Vittoria di squadra è una storia a partire dai 9 anni perfetta per tutti, anche per gli adulti. Inoltre è scritta con il Font leggimi per l’Alta leggibilità ed è illustrata da Tiziana Longo.
Buona lettura.

Vittoria di squadra
Sarah Pellizzari Rabolini
Mondadori, 2023, p. 88, €. 10,90

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here