La zuppa dell’Orco, Vincent Cuvellier

Josef era nato sotto la neve in un paese in cui il Sole sorgeva a mezzogiorno meno cinque e tramontava a mezzogiorno e cinque.

Quel paese era il più povero paese del mondo e Josef viveva nella casa più povera del quartiere più povero
della città più povera dell’intero paese.

La recensione di La zuppa dell’Orco, Vincent Cuvellier

Ritorna un titolo molto amato e ritorna all’interno della nuova collana Fabulis realizzata in collaborazione con l’ENS.. In ogni pagina sono presenti dei QRCode, che rimandano a dei video segnati, video cioè in cui la storia viene raccontata in Lis, lingua dei segni italiana.

Nel paese più povero del mondo c’è la casa più povera del mondo dove vive la famiglia più povera del mondo. I genitori non lavorano, il padre è troppo pigro e la madre troppo occupata, e i sette figli vanno ogni giorno a chiedere l’elemosina.
Alla sera quando i bambini tornano a casa i genitori contano le monetine raccolte.
Chi riporta poco mangia poco.
Chi non riporta niente digiuna.

Finché un giorno alla madre viene un’idea: tagliare braccia, piedi, naso ai figli e cavare gli occhi a Josef, il più piccolo. Così conciati di sicuro riceveranno molti soldi dai passanti.
Josef però sente tutto ed escogita un piano per salvare sé stesso e i fratelli e trovare una casa migliore.

La mia opinione su La zuppa dell’Orco, Vincent Cuvellier

Gotica e oscura questa storia di Vincent Cuvellier è fantastica e con un finale inaspettato. Ribalta lo stereotipo dell’Orco cattivo regalandoci sette fratelli capaci di cambiare la loro sorte a colpi di idee e coraggio. Una storia che sa di antico –  villaggio sperduto, neve alta, fame, miseria e pericoli –  con un finale splendido dove vince l’astuzia unita alla gentilezza e a una buona dose di zuppa che scalda il cuore e riempie la pancia.

L’interprete Lis è bravissima e seguire la storia in Lingua dei segni italiana è molto interessante e dà anche la grande opportunità di avvicinarsi a una lingua bellissima.
Da studentessa di Lis ho adorato questa pubblicazione e da lettrice ho amato la storia. La zuppa dell’Orco è proprio un libro che ha ben più di un motivo per essere imprescindibile.
Buona lettura.

La zuppa dell’Orco
Vincent Cuvellier
‎Biancoenero, High Readability edizione, 2024, p. 64, €. 13,00

Puoi acquistarlo qui >>>

SIBY
Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here