Come un incantesimo, Elle McNicoll

Forse non hai bisogno del mondo intero. Forse non hai bisogno di un armadio pieno di buoni voti. Non hai bisogno di adattarti allo stampo. Hai solo bisogno di una persona che creda che vai bene così come sei. Che i doni che hai, il modo in cui sei fatta, sono sufficienti per fare di te qualcosa di valido.

La recensione di Come un incantesimo di Elle McNicoll

Ramya ha dodici anni e si è da poco trasferita a Edimburgo da Londra. La nuova scuola non le piace molto perché si sente continuamente emarginata e costretta a fare attività che non le piacciono e che reputa una perdita di tempo. La ragazza ha la disprassia e questo comporta che abbia difficoltà ad eseguire alcuni movimenti, come ad esempio trasportare il vassoio con il pranzo senza farlo cadere, o scrivere in maniera chiara e comprensibile.

Edimburgo è la città dove abitano le sorelle della madre e anche i nonni materni non sono lontani. Ramya però con loro non ha più rapporti da dodici anni in seguito a un terribile litigio.
Quando suo nonno muore per la ragazza è un duro colpo. La cosa che la sconvolge di più è però venire a sapere che il nonno le ha lasciato qualcosa: un libro con le pagine tutte bianche. Da quel momento Ramya scoprirà molte cose su Edimburgo e la sua famiglia e ancor di più scoprirà cose su sé stessa e su quanto sia in grado di affrontare e di sopportare con le sue sole forze.

La mia opinione su Come un incantesimo di Elle McNicoll

Come un incantesimo è una bella storia di crescita, formazione e magia in una Edimburgo oscura e misteriosa fatta di stradine che si intrecciano tra loro, personaggi incantati e librerie bellissime.

Ramya è una ragazza che vorrebbe prima di tutto non essere più catalogata come quella diversa. La disprassia per lei non è un problema ma sente che ogni giorno a scuola, per tutti, diventa una sorta di etichetta che la accompagna ovunque. Ramya rivendica la sua possibilità di essere altro oltre alla ragazza con la disprassia, vuole essere lasciata in pace dagli insegnanti che pretendono che faccia le cose a modo loro costringendola a venire sempre a patti con sé stessa.

Scoprire il mondo incantato di Edimburgo e il Popolo Nascosto – elfi, fate, orchi – e anche di essere una delle poche persone a poterlo vedere la rende di colpo consapevole delle sue capacità. La ragazza inizia a capire che nella magia, come nel quotidiano, bisogna credere in sé stessi senza paure.

Elle McNicoll, qui al suo terzo romanzo, racconta una protagonista neurodivergente determinata a non essere etichettata. Ramya nel corso del romanzo cambierà profondamente e l’incontro con le creature magiche sarà determinante. Dare voce e restituire la verità agli esseri magici, andando oltre gli stereotipi e i falsi miti, aiuterà la ragazza a trovare la sua forza fino a farle comprendere qual è il suo ruolo all’interno del mondo magico.

A ottobre uscirà il secondo libro della serie, Come una maledizione.

Buona lettura.

Come un incantesimo
Elle McNicoll
Uovonero, 2024, p. 180, €. 16,00

Puoi acquistarlo qui >>>

SIBY
Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here