Questa (non) è matematica, Anna Weltman

0
401
thumbnail

Con un tocco di creatività, l’arte può dare vita a numeri e forme, e allora accadono le cose più incredibili!

Ultimamente la nostra libreria dei lavori in corso si sta arricchendo di libri che liberano la creatività e la stimolano in tutti i modi possibili. Quando è arrivato questo libro dalla casa editrice Editoriale Scienza abbiamo fatto un gran sorriso, io e i miei bimbi, perché l’abbinamento disegno-arte-matematica ci è piaciuto tantissimo 🙂

Matematica e arte…
a prima vista potrebbero sembrarti mondi lontani.
Ma basta guardare un po’ più da vicino per scoprire che hanno molto in comune.

Abbiamo subito messo mano alla cassetta degli attrezzi occorrenti, aggiunto pagine bianche a quelle già presenti sul libro (che è anche un quaderno di esercizi dove possiamo provare e aggiustare il tiro prima di cominciare a diventare matematicartisti!) e cominciato a giocare con forme, colori, matite e strumenti.

L’amore genetico per la matematica della novenne (non ha preso da me, lo giuro!) è cresciuto ancora di più quando ha scoperto tutti i collegamenti tra arte e matematica, tra geometria e mandala, e ha contagiato il fratello cinquenne, che al momento sta provando insieme a me a disegnare cerchi come Giotto… 😀

Dopo le vacanze di Pasqua la novenne porterà il suo libro di (non) matematica a scuola e sono certa che la sua amata insegnante saprà trovare il modo per far innamorare anche gli allergici alla matematica (il libro c’è riuscito con me, figuriamoci!) 😉

Insomma: un buon punto di partenza per giocare in modo costruttivo coi bambini, un’occasione per rimetterci in gioco e scoprire che in fondo in fondo la matematica piace anche a noi grandi, se vista da questo punto di vista!

Questa (non) è matematica
Anna Weltmann
Editoriale Scienza (collana A tutta scienza), 2017, pag. 96, € 11,90
ISBN: 9788873078593

Per acquistare:

SHARE

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle.
Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here