Favole del Mistero, Gianni Rodari

A casa nostra i libri, se non sono sufficientemente “misteriosi” non si leggono.
Ecco perchè la scelta per il primo Rodari della mia piccola peste è caduta su queste Favole del Mistero.
Il comune denominatore di ciascuna fiaba è la magia, piccola o grande che sia. E, si sa, ai bambini la magia piace eccome!
Tra tutte quelle lette ho fatto scegliere una delle favole alla mia aiutante e questo è quello che ci è toccato in sorte:

Nasreddin salva la luna

Una volta, verso sera, Nasreddin andò a prendere acqua. Curvandosi sul pozzo, vide laggiù in fondo, nell’acqua, il volto della luna che si specchiava.
– Poveri noi, – gridò Nasreddin, – la luna è caduta nel pozzo. Presto, presto, tiriamola fuori.
E corse in casa a prendere corda e uncino.

Con l’uncino Nasreddin provò invano a tirare fuori la luna….ma ad un certo punto, tira e tira, gli sembrò di aver preso qualcosa….tirò fortissimo, l’uncino si ruppe e lui si rirtovò a terra a pancia in su.
E, alzando gli occhi al cielo vide la luna….e fu contentissimo per essere riuscito a liberarla da quell’angusto pozzo!

Le Favole del Mistero ci sono piaciute talmente tanto che ne leggiamo un paio ogni sera.
E, incredibilmente, scopriamo significati nuovi ogni volta.
Ma, dopotutto, forse era questo l’intento di Rodari: aprire la mente e far uscire la creatività di ciascuno.

FAVOLE DEL MISTERO
Gianni Rodari
Editori Riuniti, 2004, 47 pag.

1 COMMENT

  1. E’ vero, quanti significati nascosti in queste favole… da leggere e rileggere, come tutto Rodari! Complimenti per la scelta alla tua piccola peste!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here