Un bambino al mare

Conosco un bambino così povero
che non ha mai veduto il mare:
a Ferragosto lo vado a prendere
in treno a Ostia lo voglio portare.
“Ecco, guarda, gli dirò
questo è il mare, pigliane un po’!”
Col suo secchiello, fra tanta gente,
potrà rubarne poco o niente:
ma con gli occhi che sbarrerà
il mare intero si prenderà.

Un bambino al mare
di Gianni Rodari – tratto da Filastrocche in cielo e in terra

Note sul Libro

Sorridenti filastrocche sulla punteggiatura, treni che viaggiano sui binari della fantasia, bizzarri personaggi usciti dal cappello di prestigiatore di Gianni Rodari. Le filastrocche non trascurano neppure la dimensione più cara all’autore, quella di un dialogo col suo giovane pubblico e la Bella Addormentata che “non si addormenta” aprirà sicuramente qualche nuova finestra nella fantasia del lettore e darà vita ad altre “favole a rovescio”. Età di lettura: da 6 anni.
(Fonte: IBS)

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

2 COMMENTS

  1. Rodari l’ho sempre ammirato per la capacità di scrivere e inventare, per la fantasia galoppante che anima ogni sua cosa scritta, che sia favola, filastrocca, poesia o racconto. E questa mi sembra l’occasione giusta per rileggerlo, in questo mese di superlavoro che però ha il sapore d’estate e di ‘libri da leggere per le vacanze’…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here