Stagioni Diverse

“Oh, so bene come gli americani hanno distorto i fatti”, mormorò Dussander. “Ma al confronto dei vostri politici, il nostro dottor Goebbels sembra un bambino dell’asilo che gioca con innocui libri illustrati. Parlano di moralità e intanto uccidono vecchi e bambini col napalm. Gli obbiettori di coscienza li chiamate vegliacchi. Chi si rifiuta di partire viene mandato in prigione o espulso dal paese. Chi partecipa a manifestazione contro l’intervento del paese in Asia deve subire le manganellate della polizia. I soldati americani che uccidono innocenti vengono decorati dal presidente, accolti in patria, dopo aver infilzato con le baionette i bambini e datoi fuoco ad ospedali, con parate e stendardi. Si organizzano cene in loro onore, ricevono le chiavi della città, biglietti omaggio per importanti partite di football.” Fece un brindisi in direzione di Todd. “Solo chi perde viene processato come criminale di guerra quando invece non ha fatto altro che eseguire gli ordini.”

STAGIONI DIVERSE – Stephen King

Note sul libro

Un quartetto di racconti in bilico tra l’orrore e l’avventura, l’incubo e la fantasia. Il riscatto di un uomo condannato ingiustamente per omicidio. Il morboso rapporto tra un adolescente e un ex nazista. Quattro ragazzini alla ricerca del cadavere di un coetaneo. Una donna che partorisce in circostanze surreali. Quattro storie da brivido, agghiaccianti e paradossali, che hanno per protagonisti mostri moderni. (Fonte: Anobii)

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here