Un assaggio di…Scheletri, Stephen King

Quando Hal Shelburn la vide, quando suo figlio Dennis la tirò fuori da un cartone mezzo distrutto di Ralston-Purina che era stato spinto ben in fondo sotto una trave della soffitta, gli crebbe dentro un tale senso di orrore e di sgomento che per un momento pensò che avrebbe urlato. Si portò un pugno alla bocca, come per ingoiarlo…e poi semplicemente ci tossì dentro. Né Terry, né Dennis se ne accorsero, ma Petey si guardò intorno, momentaneamente incuriosito.
“Ehi, favoloso”, disse Dennis pieno di rispetto. Era un tono che ormai Hal raramente sentiva nel ragazzo. Dennis aveva dodici anni.
“Che cos’è?” chiese Peter. Guardò di nuovo il padre, prima che i suoi occhi fossero riattratti dalla cosa che suo fratello maggiore aveva trovato. “Che cos’è, papà?”
“E’ una scimmia, testa di cacca”, rispose Dennis. “Non hai mai visto una scimmia?”. (da “La scimmia“).

Vi ricordate quando, da piccoli, vi dicevano che, se non eravate buoni, sarebbe arrivato l’Uomo Nero?
Ecco.
Scheletri racchiude tutti gli Uomini Neri del mondo. O, meglio, tutte le paure razionali e irrazionali dell’essere umano.
E’ una raccolta di racconti puramente horror, per la maggior parte, piacevolmente intermezzati da piccoli racconti flash in puro stile Ai confini della Realtà.
E ce n’è sul serio per tutti i gusti:
Ne “La nebbia” (dal quale è stato tratto l’omonimo film del 2007), il racconto iniziale, una tranquilla cittadina viene avvolta da una misteriosa pericolosissima nebbia, che nasconde crudeli predatori preistorici.
La scimmia“, dal quale ho tratto l’incipit, accompagnerà a lungo i miei incubi di adulta (e nemmeno me ne vergogno un po’!), con la sua scimmietta giocattolo dai poteri assassini…
E che dire de “La zattera“, cruento racconto con protagonisti quattro malcapitati studenti universitari, finiti su una zattera in un lago “abitato” da una macchia d’olio che ha una vita propria.
O ancora “La nonna“, quella che ogni bambino non vorrebbe MAI avere per nonna…
E che dire di “L’arte di sopravvivere“? Un chirurgo naufraga in un’isola sperduta, senza vegetazione né animali…Quale parte di se avrà il coraggio di sacrificare….per poter mangiare???
Piccoli capolavori horror, da leggere almeno una volta nella vita.
Oppure, se siete tipi da spaventarvi per il minimo rumore, da sfuggire come la peste!!

SCHELETRI
Titolo originale: Skeleton Crew
Autore: Stephen King
Sperling, 1989, 549 pag.

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here