Il bel sogno. Amare dopo lo sterminio, Roberto Camerani

“Forse , la cosa davvero difficile è il “dopo”, quello che c’è oltre il filo spinato del leager, ciò che si incontra nella vita di tutti i giorni, la noia ed il fastidio di chi non ha provato certe sofferenze, l’incapacità di dimenticare paura e fame, la sicurezza di aver attraversato un mondo che ti segnerà per sempre.”

Roberto Camerani è riuscito a sopravvivere a tutto ciò, dopo lo sterminio è riuscito ancora ad amare, a farsi una famiglia, a lavorare. E dopo molto tempo ha raccontato la sua storia.

All’inizio del libro c’è anche una bellissima intervista, una sua testimonianza molto intensa come del resto questo libro.

Racconta il campo di Mauthausen con i suoi aguzzini, le cave di pietra, il freddo , la fame e la solidarietà che si veniva a creare tra chi era destinato a morire da li a poco. Ci rende partecipi della voglia di resistere allo sterminio. E’ stata una persona che per anni è andata per le scuole a raccontare la sua esperienza, un uomo con una grande personalità che è diventato eccezionale.

Un libro che mi ha fatto riflettere su come cose che spesso ci sembrano scontate, come ad esempio mangiare e dormire, possono diventare quasi beni di lusso. E mi domanderò sempre perché l’uomo diventa così abominevole, perché si può fare tanto male gratuitamente, senza un’apparente motivo o comunque senza un motivo valido.

Leggetelo, fa riflettere.

IL BEL SOGNO. AMARE DOPO LO STERMINIO
Roberto Camerani
Edizione Monti, 2005, p. 112, € 8,50
ISBN-13: 9788886881180

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here