Un filo d’olio, Simonetta Agnello Hornby

Ultima Modifica: Ott 16, 2020

Imparavo ogni giorno piccoli accorgimenti. Un filo d’olio era prezioso in qualsiasi frangente: “rinfrescava” i resti e le verdure cotte in anticipo, ancora tiepide, esaltandone gli odori; faceva “rinvenire” lo sfincione da riscaldare; trasformava in squisite pizzette le fette di pane raffermo bagnate in acqua e latte, coperte di pomodoro pelato, pezzetti di tuma e con un nonnulla di sale pepe e origano, e poi passate velocemente nel forno caldo. In quantità più abbondante, rendeva appetitose le patate bollite e sbucciate che si servivano a cena.

La recensione di Un filo d’olio di Simonetta Agnello Hornby

Luminosa, calda di luce e di affetto, ricca di sapori e di odori, ecco come si presenta questa raccolta di memorie familiari agli occhi del lettore. La scrittrice siciliana racconta le meravigliose estati della sua infanzia nella tenuta Mosè, vicino ad Agrigento, nella grande casa circondata da ulivi secolari e mandorli. I pomeriggi passati ,insieme alla sorella e ai cugini , a costruire strambi marchingegni mai funzionanti oppure a spasso nell’orto e le merende a base di pane , olio e zucchero. La magia della panificazione settimanale e i riti antichi dei campi , il tutto filtrato attraverso gli occhi di Simonetta bambina e poi adolescente.

La mia opinione su Un filo d’olio di Simonetta Agnello Hornby

Una bella lettura, un libro rilassante ed evocativo per chiunque abbia avuto una casa delle vacanze dove ritrovare posti segreti e amici.

In appendice sono riportate le ricette dei piatti citati. Io per scrupolo le ho provate  e devo dire che sono eccezionali, tutte. Ricette semplici che seguono l’alternanza dei mesi estivi e che ci riportano indietro nel tempo , ai sapori semplici di una volta.

Un libro che fa venire una gran voglia di cucinare e di mangiare, di sedersi intorno al tavolo della cucina con le pentole sul fuoco, gli odori dell’estate nell’aria e il cicaleccio delle chiacchiere femminili .

UN FILO D’OLIO
Simonetta Agnello Hornby
Sellerio, 2011, p. 266, €. 14,00

8 COMMENTS

  1. Quando un piatto semplice viene legato ad un’emozione o un ricordo me è in quel momento che si porta in tavola la migliore delle ricette! Mi è venuta voglia di passare in libreria … 🙂

  2. L’ho letto molto volentieri , un bellissimo libro, ricette ottime che mi ricordano tanto la mia nonnina e la sua cucina…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here