Presentazione: La mia mamma sta con me, Claudia Porta

    Noi donne e mamme abbiamo un grande difetto. Troppo spesso aspiriamo alla perfezione. Se non la raggiungiamo, ci sentiamo frustrate, colpevoli, inadeguate. Vorremmo riuscire a cucinare, lavare, stirare, badare ai figli, lavorare, essere sempre impeccabili, disponibili e magari anche di buon umore. Questo ovviamente non è possibile. Una mamma che lavora (da casa e non) ha molti più impegni e responsabilità in un giorno di quante un essere umano possa assumersene realisticamente.

    Per molte donne l’arrivo di un figlio coincide con la fine della propria vita professionale. Altre, non potendo rinunciare allo stipendio, sono costrette a delegare la cura dei propri bambini.

    Ma conciliare lavoro e famiglia si può, anche grazie alle numerose risorse che Internet mette oggi a nostra disposizione. Reinventarsi è possibile, partendo dalle proprie competenze, dalle proprie passioni e aspirazioni. Basta un po’ di creatività e una buona dose di spirito d’iniziativa.

    L’autrice condivide la sua esperienza personale e fornisce utili spunti a chi volesse riaffacciarsi al mondo del lavoro in modo creativo dopo la maternità.

    L’autrice

    Claudia Porta, mamma, imprenditrice, autrice del libro Giochiamo allo Yoga (Ded’A, 2011) e del blog www.lacasanellaprateria.com, vive in Provenza (Francia) con il marito e i tre figli.

    La mia mamma sta con me
    Claudia Porta
    Il Leone Verde Edizioni (collana Il Bambino Naturale), 2011, pagg. 176, € 16,00
    ISBN: 9788865800263

    Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here