L’amante, Citazione

La storia della mia vita non esiste. Proprio non esiste. non c’è mai un centro, non c’è un percorso, una linea. Ci sono vaste zone dove sembra che ci fosse qualcuno, ma non è vero, non c’era nessuno.

L’amante – Marguerite Duras

Sul Libro

Nel 1984 Marguerite Duras, scrittrice francese nata all’ombra della grande narrativa americana e cresciuta nell’orbita sperimentale del “nouveau roman” di Robbe-Grillet e Butor, tornava improvvisamente alla sua adolescenza indocinese e pubblicava un romanzo breve che le avrebbe assicurato un successo e una notorietà addirittura mondiali. Schiettamente autobiografico, L’amante rievoca una bruciante relazione erotica intercorsa per un anno e mezzo fra la scrittrice appena quindicenne e un ventisettenne nababbo cinese incontrato per caso su un traghetto che attraversava presso Saigon, dove lei era nata, il fiume Mekong.
L’anagrafe sperimentale dell’autrice è ancora evidente nella frammentazione della storia, nei continui cambi del punto di vista della narrazione, nei frequentissimi salti temporali in avanti e all’indietro, nel passaggio senza soluzione di continuità dal discorso diretto all’indiretto e viceversa. Ma quel che fa la differenza è la violenta partecipazione emotiva dell’io narrante, l’intensità delle sensazioni e dei sentimenti, l’autenticità degli affetti e dei rancori: nel vivido esotismo dell’Indocina francese dei primissimi anni Trenta, ci si squaderna davanti agli occhi la storia di un amore che funziona da mezzo di contrasto per evidenziare una storia familiare molto difficile, fondata com’è su un rapporto di odio-amore fra la protagonista e sua madre assolutamente esemplare, sia nei suoi abissali risvolti psichici, sia nella padronanza su di essi esercitata dalla scrittura. Un piccolo e preziosissimo gioiello, insomma, che si iscrive di diritto fra i capolavori della narrativa francese di secondo Novecento. (Fonte: Anobii).

Nicoletta
Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here